L'ex Casertana Falco trascina il Montebelluna: gol all'esordio e palma di migliore in campo

L'attaccante ha impiegato 11' per trovare la sua prima rete con la maglia dei veneti. Nel ruolo di prima punta l'ex falchetto è stato protagonista della vittoria in casa del Concordia
Il calcio alle volte è davvero strano. Oggi sei nella polvere, domani sull'altare. Come nella vita, quando tocchi il fondo, non puoi fare a meno di risalire. E così dopo la parentesi amara nella sua Caserta, per Domenico Falco sembra prospettarsi un futuro diverso lontano da casa. Approdato a Montebelluna dopo la brevissima esperienza all'Olympia Agnonese, nella giornata di ieri l'attaccante ha fatto il suo esordio con la maglia dei veneti nel recupero disputato in casa del Concordia. E che esordio. Appena undici minuti per trovare la prima rete, altri 12' per procurarsi un calcio di rigore al termine di un'azione personale. Alla mezz'ora, poi, Falco ha sfiorato addirittura la doppietta, ma ha trovato il palo a negargli la gioia del gol. Il Montebelluna ha così violato il campo del Concordia con il risultato di 2-1 e questa mattina i quotidiani locali elogiavano l'ex Casertana usando titoli e aggettivi che all'ombra della Reggia non è stato mai possibile utilizzare. Schierato nel ruolo di prima punta con alle spalle Colombani, Falco non poteva sognare un esordio migliore. Nonostante a Caserta non abbia esaltato, resta sempre un figlio di questa Città e non possiamo che essere felici di questa sua terza 'ripartenza'. IL TABELLINO DI CONCORDIA-MONTEBELLUNA 1-2 CONCORDIA: Pagotto, Cervesato, Rosolen, Marson (33' st Cibin), Villotta, Rao, Basso, Ekwalla, Monti, Boldarin (28' st Pavan), Varutti (28' st Mazzarella). All. Andretta MONTEBELLUNA: Mion, Falcier, De Checchi, Formentin (17' st Furlanetto), Nicoletto, Fabrin, Marchetti, Lels, Falco (23' st Della Bianca), Colombani, Nobile (20' st Bressan). All. Cunico. ARBITRO: Pellegrini di Roma RETI: 11’ pt Falco, 23' pt Colombani (rigore), 6’ st Cervesato. NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti: Colombani, Furlanetto e Bressan.
tags: Casertana

Commenta su Facebook