La scalata di Sasà Campilongo: la panchina dell'Empoli è sua

L'indimenticato bomber della Casertana rileverà Silvio Baldini alla guida dei toscani. Un importante salto di qualità per uno degli allenatori più talentuosi del panorama italiano
La sua avventura ad Avellino sembra potersi concludere con un vero e proprio miracolo. Purtroppo non è stato così. La prima esperienza in serie B di Sasà Campilongo si è chiusa con un'amara retrocessione. Certo prendere in mano una squadra a campionato in corso non è facile per nessuno, figurarsi quando si deve fare i conti con un organico con evidenti limiti strutturali. Poi ci si sono messi anche i problemi ambientali e la mancanza di tranquillità a completare il disperato quadro biancoverde. Ma per fortuna a volte il mondo del calcio sa essere attento e disposto ad apprezzare il lavoro di allenatori e calciatori tralasciando l'epilogo stagionale. La conferma la si è avuta quest'oggi. Campilongo è il nuovo allenatore dell'Empoli. Un importante salto di qualità per uno degli allenatori più talentuosi in circolazione. Dopo Casertana, Cavese, Foggia ed Avellino, continua la scalata dell'indimenticato bomber rossoblu. Manca soltanto l'ufficialità, ma ormai è cosa fatta. Il tecnico napoletano rileverà Silvio Baldini, esonerato dal club toscano dopo la delusione maturata nei play-off con l'uscita nella semifinale contro il Brescia.
tags: Casertana

Commenta su Facebook