Aversa Normanna: sempre più giù

La squada aversana inanella la 17a sconfitta consecutiva contro l'Hinterreggio

L’Aversa Normanna inanella la 17^ sconfitta consecutiva. Al di là del risultato, che poteva essere molto più rotondo del 4-0 se gli attaccanti calabresi non avessero voluto strafare in qualche occasione, quello che ci dispiace mettere in evidenza è che oggi, così come già accaduto nelle ultime gare, la squadra aversana non è proprio esistita in campo. 

Quando si schierano i giovani si fa una scelta: si rinuncia alla tecnica e all’esperienza per mettere in campo forza, vigore e motivazione. Ma queste caratteristiche sembrano aver abbandonato da un pezzo la squadra di Sergio, un allenatore, tra l’altro, che prima di questa stagione non ha mai avuto nelle sue corde tecniche la valorizzazione dei giovani. E meno male che con questi giovani ci dovevamo divertire!!! Stiamo, invece, perpetrando, ormai da mesi, una figuraccia di proporzioni immense, lasciando il palcoscenico professionistico nel peggiore dei modi possibili.Per la cronaca i padroni di casa chiudono la pratica Aversa Normanna già nei primi 20’ di gioco. L’Hinterreggio passa in vantaggio al 12’. Visone perde palla a centrocampo e Cruz parte palla al piede, scambia con Carbonaro che gli restituisce la sfera in area di rigore: il calciatore calabrese nonostante sia braccato da Marano va subito al tiro superando Salese. Il raddoppio arriva solo dopo 5’: Impagliazzo serve in area Khoris che con un pallonetto supera ancora Salese. Al 20’ arriva la terza rete della squadra di Venuto: Cruz riceve palla da Carbonaro in area di rigore e da posizione defilata infila Salese con un bel  diagonale. Al “Granillo” l'Aversa Normanna è "non pervenuta": Sergio ha schierato una squadra senza testa e senza coda, completamente in balia degli avversari. Nemmeno nella ripresa c’è un accenno di reazione. Anzi, in una delle innumerevoli sortite offensive l’Hintereggio fa quaterna al 57’: Cruz riceve palla in area di rigore da Khoris e da posizione defilata con una parabola a giro beffa Salese per la quarta volta.

 

HINTERREGGIO (4-3-3): Mengoni; Angelino, Impagliazzo, Ungaro, Franceschini; Cruz, Gioia, Anzilotti; Vicari (61’ Kras), Khoris (82’ Vazzana), Carbonaro (74’ Aliperta).  A disp.: Maggio, Messina, Broso, Febbraio. All.: Venuto.

AVERSA NORMANNA (4-3-3): Salese; Giordani, Ricci, Miraglia, Scarano (58’ Sorrentino), Marano (36’ Avagliano), D’Ursi, Visone, Gesuele (46’ Rolla), Iovene, Pizzi. A disp.:  Ramaglietta, Salzano, Esposito F., Vanacore. All.: M. Orabona (R. Sergio squalificato).

ARBITRO: Sig. Vincenzo Sorizaro di Barletta. Assistenti: Grispigni – Agostini.

RETI: 12’, 20’ e 57’ CRUZ (H), 17’ Khoris (H).

NOTE: Giornata nuvolosa, temperatura estiva, terreno in perfette condizioni, spettatori 250 (133 paganti + 117 abbonati), incasso 867 euro. Ammoniti: Visone (AN), Iovene (AN), Gesuele (AN). Recuperi: 1’ pt; 2’ st.

Pagelle:

Salese: 5. Si impegna, ma senza effetti positivi sulla sua squadra che oggi risulta completamente allo sbando. Qualche buona uscita, poi il vuoto. Non è totalmente incolpevole sui gol subiti. Giordani: 4,5. Svogliato, superficiale, perde facilmente l’uomo e lo lascia fuggire sull’out destro. Involuzione completa rispetto alle prime uscite in maglia granata. Ricci: 5. Schierato a sorpresa come terzino sinistro, tiene poco la posizione, occupandosi soprattutto di dare una mano alla costruzione della manovra. Con l'uscita di Marano passa a destra, ma la prestazione nel complesso non è convincente. Miraglia: 5. Come capitato a Giordani, si sta perdendo nel marasma generale. Meglio le prime uscite che le ultime prestazioni, davvero deludenti. Scarano: 4. Non conoscevamo questo ragazzo prima delle innumerevoli e-mails (tutte negative) pervenute in redazione. Non possiamo fare altro che confermare il loro contenuto: Scarano non merita il palcoscenico dei professionisti.(dal 58’ Sorrentino: 4. Non combina niente di buono, solo palle perse a causa di dribbling non riusciti). Marano: 5. Il capitano abbandona la "zattera" anzitempo per infortunio. Comunque, va detto che se Marano ha un futuro da difensore centrale, come sostiene Sergio, questa redazione può fare concorrenza alla “Domenica Sportiva”.(dal 36’ Avagliano: 5. Il morale di questo ragazzo deve essere veramente a pezzi, in quanto in campo non gli riesce proprio niente. Svogliato, Sergio dalla tribuna lo richiama più volte). D’Ursi: 4,5. Illusione. La sua prima gara in granata ci aveva completamente illuso. Facendo una media, le sue prestazioni hanno sempre una caratteristica: l’evanescenza dal gioco. Visone: 4,5. Male rispetto alle sue ultime uscite che avevano avuto una connotazione decisamente più positiva. Oggi, come tutta la squadra, è totalmente in balia degli avversari. Gesuele: 4. Peggio che andar di notte. Forse la peggiore gara da quando è arrivato ad Aversa. Un calciatore regalato per un tempo agli avversari.(dal 46’ Rolla: 5. Giovane esordiente del vivaio granata, buttato nella mischia a conti ormai fatti. Nessuna giocata importante e nessun pallone giocabile). Iovene: 5,5. Si salva dal marasma generale grazie all’impegno profuso e a qualche giocata interessante. Pizzi: 5,5. Insieme con Iovene, oggi, è il migliore della squadra granata. Nulla di trascendentale, ma almeno ci mette la faccia, l’impegno e qualche guizzo che al “Granillo” non passa inosservato. All.: M. Orabona (leggasi Raffaele Sergio): 4. Il suo esordio non è stato come quello di Alessio alla Juve durante la squalifica di Antonio Conte. Battuta a parte, è ormai evidente che con questa squadra fare risultato è quasi un miracolo. Lo abbiamo visto spesso rivolto verso la tribuna per ascoltare le indicazioni impartite dal tecnico cavese.A fine gara in maniera onesta ha ammesso il passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. E per fortuna non abbiamo sentito le solite frasi del tipo: “abbiamo perso a causa di alcuni episodi sfavorevoli...”. www.normannalive.it 

Commenta su Facebook