Real Casertana: iniziata la corsa per la fideiussione, necessario un segnale da parte della classe imprenditoriale

Bizzarro e Sparaco pronti a dare vita all’ambizioso progetto, ma vogliono che la città faccia sentire il proprio supporto. Per l’inizio della prossima settimana bisognerà chiudere questo capitolo
Effettuata l’iscrizione al prossimo campionato di Prima Divisione, ora bisogna fare l’ultimo sforzo. Senza denari non si cantano messe e senza fideiussione il ‘Pinto’ non può tornare ad essere lo scenario di scontri spettacolari. Bizzarro e Sparaco sono stati chiari, invocando l’apporto della classe imprenditoriali casertano. Le parole del presidente Sparaco, poi, hanno dipinto a meraviglia quella che è la situazione: “Quando eravamo in serie D ed avevamo provato a chiedere un appoggio agli imprenditori della zona, la maggior parte delle volte c’eravamo sentiti rispondere che in C l’avrebbero fatto senza alcun problema, ma non in serie D. Ebbene ormai ci siamo. Non hanno più scuse”. Parole sante quelle di Sparaco. Ora davvero non ci si può tirare indietro. Possibile mai che Caserta non sia in grado di dare il suo contributo all’ambizioso progetto Real Casertana? I tifosi sono pronti a dare una mano al club sottoscrivendo abbonamenti e acquistando biglietti, alla classe imprenditoriale che trae ricchezza da questo territorio tocca fare il resto in maniera concreta e non certo con le solite chiacchiere nel segno del ‘politichese’. LA FIDEIUSSIONE – Il termine indicato per la presentazione della fideiussione è quella dell’8 luglio, ma è chiaro che entro l’inizio della prossima settimana la situazione debba essere quanto più chiara possibile per poi poter dare alla Casertana la possibilità di rispettare i tempi tecnici per la redazione della garanzia. Il club rossoblu, comunque, si presenterà ai nastri di partenza con un punto di penalizzazione a causa del mancato rispetto della prima scadenza del 30 giugno. Insomma è arrivato il momento di svegliarsi. Inutile dire che queste sono ore di intenso lavoro per Bizzarro e Sparaco. Entrambi non vogliono lasciarsi sfuggire questa occasione unica, ma allo stesso momento non vogliono certo essere da soli in questa avventura. Caserta ora tocca a te.
tags: Casertana

Commenta su Facebook