Petrucci si esalta. La Decò Caserta mette la ‘quinta’

Il Buono, il Brutto e il Cattivo della sfida tra la Bava Virtus Pozzuoli e la Decò Caserta

Caserta - Il Buono. La Juve si abbatte sulla Bava Virtus Pozzuoli e la annienta nel giro di pochissimi minuti, mettendo a segno il quinto successo stagionale. Una pioggia di triple ed un Petrucci in grande spolvero consentono ai padroni di casa di gestire agevolmente il match e di riportare la vittoria in casa bianconera. Una Decò Caserta ubriacante (135 di valutazione, contro i 14 dei rivali puteolani), proprio come il miglior giocatore del match. Petrucci chiude con 30 punti (10/13 dalla lunga distanza), 3 rimbalzi e 28 di valutazione. Una serata da celebrare con il nettare degli dei. Petrucci e vino.

Il Brutto. Difficile trovare qualcosa di negativo in un match stravinto, surclassando gli avversari con 56 punti di scarto. Se la giornata è quella giusta, la mano è calda come dimostrano le percentuali di tiro di Petrucci, Rinaldi e compagni (19/37 da tre di squadra). Se, invece, la giornata è storta, il meccanismo rischia di incepparsi, proprio come al Pala Honey di Roma (9/28 da tre) contro la In Più Broker. Troppa confidenza nel tiro da tre punti, quindi. Un aspetto sul quale lavorare, fortunatamente con calma, visti i risultati di inizio stagione. Sotto tiro.

Il Cattivo. Poco appariscente nel match di domenica scorsa ma tanta sostanza e pericolosità. Marcelo Dip mette in archivio una doppia doppia da 16 punti (8/9 da due) e 11 rimbalzi, con 27 di valutazione. Cattivo e duro come un pezzo di puro rock anni ’70. Dip purple. (Foto A. Fiacco)

Commenta su Facebook