La sorpresa Berisha ed il ritorno di Bostic. Caserta vuole alzare la testa

Il Buono, il Brutto e il Cattivo della sfida tra la Betaland Capo D'Orlando e la Pasta Reggia

Caserta - Il Buono. L’onore delle armi, testa alta e complimenti degli avversari. Sono ormai queste le parole d’ordine a Pezza delle Noci. La vittoria, invece, sfugge ancora. Solita Pasta Reggia in quel di Capo. Tante difficoltà, il tentativo di giocare di squadra, sia in attacco che in difesa, sprazzi di Juve ed amnesie nelle quali si infilano i rivali di turno. Al break avversario segue la rimonta, questa volta firmata da un Berisha in versione cecchino che, con 3 bombe consecutive, riporta Caserta in scia. Il finale, però, premia Capo D’Orlando. Da apprezzare la reazione degli uomini di Dell’Agnello, dopo una settimana complessa e sotto la luce dei riflettori, un Watt migliore in campo (16 punti, 14 rimbalzi e 24 di valutazione) ed un Berisha sempre più convincente (16 punti, con 3/5 da oltre l’arco e 15 di valutazione). E’ mancato il colpo mortale da parte del kosovaro che, quindi, ha ancora un po’ di strada da fare per trasformarsi in cobra. Biscia.

Il Brutto. Dodici sconfitte nelle ultime quindici partite. La Juve può dormire tranquilla solo pensando al successo ottenuto ai danni di Cremona ed al +6 in classifica, che acquista maggior valore considerando il doppio confronto favorevole con i lombardi. La zona play-off è a ‘soli’ 4 punti ma, dopo l’involuzione delle ultime settimane e l’addio polemico di Sosa, sembra difficile anche solo pensare positivamente. Perso il leader offensivo, è necessario individuare un giocatore in grado di segnare e catalizzare su di sé le attenzioni delle difese altrui, ritrovare compattezza e protezione verso polemiche e voci provenienti dall’esterno. Sembra sfuggire l'obiettivo Nemanja Gordic, e allora la coach Dell'Agnello dovrà fare di necessità virtù, almeno fino al prossimo match contro Venezia. Chi si accontenta Gordic.

Il Cattivo. Quasi difficile scegliere. Gaddefors è ormai un oggetto misterioso e la coppia azzurra Giuri-Cinciarini non riescce più ad incidere. Il capitano bianconero non brilla ed il 'Cincia' non gli è da meno: 2 punti (1/3 dal campo), 2 palle perse e -5 di valutazione. All'appello manca anche Bostic. A Capo è tornato finalmente in campo ma manca ancora il ritmo partita e la gamba (0/7 da oltre l'arco). Le sorti della Juve sono affidate a questi giocatori, e non c'è da scherzarci su. Tre uomini e una gamba.(Foto A. Fiacco)

Commenta su Facebook