JuveCaserta, battaglia e sconfitta a Capo d’Orlando

I bianconeri ci provano ma gli ultimi minuti sono fatali

Caserta - Dopo l’ennesima settimana tribolata, vissuta tra la decima sconfitta nelle ultime dodici giornate e l’addio polemico di Sosa, la Pasta Reggia affronta Capo D’Orlando in cerca di ossigeno. Coach Dell’Agnello ritrova Bostic e lo lancia in quintetto con Giuri, Diawara, Putney e Watt. Partono a rallentatore gli uomini di Di Carlo che steccano al tiro. Caserta ne approfitta e sfoggia una verve agonistica che la spinge a +6 (5-11). Iannuzzi e Stojanovic ricuciono e costringono i bianconeri al time out (11-11). Iannuzzi continua a creare grattacapi alla difesa degli ospiti ma Caserta resta avanti alla fine del primo quarto (15-17). Berisha e Diawara tentano l’allungo approfittando di una soporifera Betaland ma i liberi di Archie e la tripla di Ivanovic risvegliano i padroni di casa (24-23). Watt prova ad elevare il proprio rendimento; la Juve si fa chiamare un tecnico che ‘regala’ ad Ivanovic tiri liberi che consentono a Capo di rimettere la testa avanti (32-29). Una bella giocata di Putney fissa il punteggio sul 36-36 all’intervallo lungo. Una prima metà di gara non spettacolare e caratterizzata da molti falli e tiri liberi.

Stojanovic e Putney si sfidano, in apertura di terzo quarto di gioco, ad una mini gara delle schiacciate ma le polveri delle squadre sono bagnate. Prevalgono le difese, Capo non segna più e, sul lay-up di Berisha, coach Di Carlo richiama a sé i suoi (38-42). Con Watt la Juve tocca il +6 ma Diener e Laquintana riportano sotto i biancoazzurri e, stavolta, è Dell’Agnello a chiamare time out (42-44). Diener infila la tripla ma il break di 7-0 dei padroni di casa è subito stoppato da Berisha. Capo è ormai calda e trova punti dal campano Iannuzzi e Ivanovic. L’attacco bianconero si poggia principalmente su Watt. Una facile penetrazione di Laquintana chiude un intenso terzo periodo di gioco sul 57-53. E’ una tripla di Tepic, invece, ad aprire gli ultimi dieci minuti di gioco (60-53). I siciliani toccano il +9 sfruttando gli errori al tiro della Pasta Reggia. I bianconeri vanno in bonus già a 7 minuti dalla fine e non riescono a trovare il bandolo della matassa in attacco. Iannuzzi infila i liberi del +10 (66-56). Tre triple di Berisha restituiscono speranze ai tifosi casertani giunti in terra siciliana (68-65). Stavolta è Capo a non trovare più la via del canestro e due liberi di Bostic riportano a -1 Caserta (68-67 a 1:33 dalla fine). Stojanovic segna da tre e Berisha non si ripete. Watt segna da sotto ed i compagni spediscono Ivanovic in lunetta che non sbaglia (73-69 a 17’’). Bostic trova il canestro e Tepic fa 1/2 dalla lunetta ma la preghiera di Bostic a due secondi dalla fine non viene accolta dagli dei del basket. Finisce 74-71 e la striscia di sconfitte bianconere si allunga. Top scorer di giornata Ivanovic, con 22 punti ma è Iannuzzi la grande sorpresa del match. L’avellinese chiude con 14 punti, 8 rimbalzi e 17 di valutazione. (Foto A. Fiacco)

Commenta su Facebook