Colpo bianconero a Cantù. Sosa e Watt trascinano la Juve al successo

Gara tiratissima vinta nel finale grazie alla giocate del duo Sosa - Watt

Caserta - Dopo la convincente vittoria casalinga su Trento, la Pasta Reggia vola in Brianza alla caccia di un successo esterno contro la Red October Cantù. Solito quintetto per i bianconeri con Sosa, Bostic, Gaddefors, Putney e Watt. Coach Kurtinaitis risponde con Waters, Pilepic Darden, Lawal e Johnson. Ritmi altissimi in avvio di prima frazione. Caserta preme sull’acceleratore con Sosa in grande spolvero ed un Putney in versione showtime. Watt prova ad intimidire Cantù ma Pilepic mette in mostra le sue qualità balistiche e Waters lo imita. I padroni di casa perfezionano due giochi da quattro punti e mettono la testa avanti (20-18), costringendo Dell’Agnello al time out. La sospensione finisce per giovare più ai canturini che, complice l’uscita di Sosa per una botta alla testa, chiudono in vantaggio il primo quarto (28-24). Difese ballerine anche in avvio di seconda frazione. Darden e Pilepic sono in grande giornata ma Watt crea pericoli dal pick & roll sfruttando le amnesie difensive di Cantù e stavolta il time out è per coach Kurtinaitis (35-30). Cinciarini entra in campo e prova ad accorciare le distanze. Lawal e Johnson dominano in area colorata, prendendo il controllo dei rimbalzi e fornendo ai propri compagni seconde opportunità di tiro. Gaddefors trova il pareggio ma la Red October allunga nuovamente sul +4 (44-40). Si va all’intervallo lungo sul 46-41.

La seconda metà di gara inizia con molti errori da entrambe le parti. Sosa e Watt provano ad approfittare del momento, riportando Caserta a -1 (50-49). I bianconeri stringono le maglie difensive e limitano alcuni attacchi dei rivali ma il tiro della lunga distanza non premia Giuri e compagni. Darden e Waters riprendono a segnare e Cantù entra negli ultimi 10 minuti con un margine di +6 (59-53). Sette punti di Cinciarini aprono il quarto quarto. La Red October reagisce con Lawal e con Acker che, da tre, prova a spaccare in due la partita (66-60). Sosa si carica i suoi sulle spalle e tenta di risalire la china; a volte gli va bene, altre volte forza eccessivamente le soluzioni. Waters colpisce da fuori e respinge gli assalti dei bianconeri. La difesa di Cantù sembra reggere bene ma Sosa guida un parziale di 0-7 che annichilisce Cantù. I bianconeri si compattano in difesa e colpiscono grazie ad un ispirato Sosa. La tripla di Cinciarini mette alle corde i padroni di casa (73-75). Johnson, con un gioco da tre punti in acrobazia, risponde alla bomba di Bostic ed il punteggio resta in equilibrio (79-80 ad un minuto dalla fine). Sosa e Waiters si sfidano a suon di triple (82-83). Sosa fallisce in penetrazione ma Watt recupera il rimbalzo. Cantù insegue i bianconeri ma non riesce a fare fallo. Finisce così 82-83. Caserta strappa due punti di platino dopo una prova non brillantissima ma di sostanza, vinta grazie ad un Sosa (18 punti e 14 assist) sempre più leader, un Watt consistente (22 punti e 6 rimbalzi) e ad una difesa che sale di intensità nei momenti chiave. (Foto A. Fiacco)

 

PASTA REGGIA JUVE CASERTA – RED OCTOBER CANTU’

Parziali: (28-24; 46-41; 59-53; 82-83)

Commenta su Facebook