Al Premio Leggiero le proposte per il rilancio del ciclismo dilettantistico

La cerimonia di consegna dei riconoscimenti a società ed atleti presso l'Oratorio S.Stefano di Tuoro

La tradizionale cerimonia di premiazione del Premio Antonio Leggiero 2013, organizzata dal Comitato Provinciale della Federazione Ciclistica Italiana nella accogliente sede dell'Oratorio S. Stefano a Tuoro di Caserta, è servita per fare il punto con i dirigenti nazionali, regionali e provinciali delle "due ruote" sulla situazione di uno sport che, nonostante tutti i problemi, è tra i più amati dalla gente. "Uno sport -ha sottolineato Daniela Isetti, vicepresidente della Federazione Ciclistica Italiana- che sta cercando al proprio interno di migliorare il sistema dei controlli soprattutto attraverso un progetto di formazione che coinvolgerà dirigenti e tecnici a tutti i livelli". "In Campania -ha aggiunto il presidente regionale Pino Cutolo- stiamo lavorando in questa prospettiva e in totale sintonia con le indicazioni della dirigenza centrale", un concetto che è stato rafforzato anche dall'intervento del vicepresidente Domenico De Lucia, peraltro componente dello staff medico centrale della Fci.

"Il nostro impegno a livello periferico -ha sottolineato nel suo intervento introduttivo il presidente del Comitato Provinciale Antonio Giordano- è rivolto in primo luogo ad essere punto di riferimento delle società dilettantistiche, creando ocasioni  di incontro e confronto non solo sul piano agonistico ma anche su quello culturale in modo da puntare in tutti i sensi ad una crescita di un settore che rappresenta la vera base di riferimento per il ciclismo".

Oltre al parroco di S. Stefano a Tuoro Biagio Saiano, hanno portato il saluto ai numerosi partecipanti, giunti da tutta la Campania, il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio e il delegato Coni Michele De Simone.

Si è svolta quindi la cerimonia di premiazione, condotta con l'abituale verve da Luigi Cinone, che, oltre ai vincitori della 36^ edizione del Premio intestato ad un grande animatore sportivo Antonio Leggiero, prematuramente scomparso, ha visto sfilare in passerella anche i protagonisti dell''8° Memorial Arcangelo Del Piccolo, indimenticato judoka e animatore sportivo, e, infine, rappresentanti di società, dirigenti, tecnici e giovani atleti che hanno ricevuto i riconoscimenti attribuiti dal Comitato Regionale della Federazione Cicloistica Italiana.

Per l'edizione 2013 la classifica finale del 36° Premio Leggiero, articolato su cinque prove svoltesi a Bellona, San Giovanni Ceppaloni, Tuoro, Marcianise e Trecase, ha visto al primo posto, nella prova individuale Raffaele Ciorlano del Team Pianura Visconti, seguito dai compagni di squadra Pasquale Abenante e Antonio Di Maiolo; nella prova a squadre successo del Team Pianura Visconti, seguito dall'Imperiale Grumese e dal Gs Ciclistico Grottaglie.

Commenta su Facebook