Universiadi: siglato l’accordo di programma con l’Agenzia Regionale

Entro marzo 2018 il via ai cantieri allo Stadio Pinto, al Palavignola e a piazza Carlo III

Caserta - Partiranno entro il 1° marzo 2018 i lavori di adeguamento e ristrutturazione di impianti sportivi casertani per oltre due milioni e duecentomila euro in vista delle Universiadi che si svolgeranno in Campania nel 2019. La notizia è stata resa ufficiale con il via libera arrivato da parte dell’Agenzia Regionale Universiadi – ARU2019 e con la firma apposta dal Presidente ARU, Raimondo Pasquino, in calce all’accordo di programma tra il Comune di Caserta e l’Agenzia Regionale Universiadi. In base a questa intesa, sono stati approvati e finanziati interventi per oltre 2 milioni e 200mila euro, dei quali circa 1,5 milioni destinati ad interventi infrastrutturali per la sistemazione dello Stadio “Pinto”, 500mila euro per il “Palavignola” e 250mila euro per interventi di riqualificazione di piazza Carlo III.

L’accordo di programma prevede che i cantieri vengano aperti entro il 1° marzo 2018 e che i lavori siano tassativamente conclusi entro il 28 febbraio 2019. Nel frattempo già a partire dalla giornata di domani il Comune di Caserta potrà provvedere ad espletare le procedure di gara per l’affidamento della progettazione esecutiva delle opere. La firma dell’accordo di programma di ieri segue di circa tre settimane l’approvazione in Giunta Comunale, su proposta dell’assessore agli Impianti Sportivi, Alessandro Pontillo, di una delibera con la quale si dava il via libera non solo allo schema di accordo di programma tra Comune di Caserta e ARU ma anche alla costituzione di una centrale di committenza per la realizzazione delle attività di adeguamento/ristrutturazione dei tre impianti individuati quali sedi di gare e ai progetti di fattibilità tecnico/economica.

“La firma dell’accordo di programma con l’ARU – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – rappresenta un momento di straordinaria importanza per la storia dell’impiantistica sportiva della nostra città. Finalmente in tempi certi riusciremo a riqualificare e a rendere moderne e funzionali le nostre strutture, in primis lo Stadio Pinto e il Palavignola. Questi impianti, assieme a piazza Carlo III, dove si disputerà la finale di Tiro con l’Arco, saranno sede di prestigiose gare di livello internazionale, che porteranno nella nostra città un gran numero di turisti, di appassionati e di visitatori. Un beneficio, quello delle Universiadi, che non si limiterà al periodo circoscritto legato alle competizioni, ma che durerà negli anni. Abbiamo lavorato fianco a fianco con la Regione per ottenere un risultato di portata storica per la città di Caserta”.

Commenta su Facebook