Scontri tra Villa di Briano e Interpianurese. Cristiano: "No alla violenza, non giochiamo il prossimo match"

Il presidente: "Vogliamo dare un segnale forte che possa ridare armonia a tutti"

Villa di Briano - Gli scontri di sabato scorso, avvenuti durante il match casalingo giocato a San Marcellino tra Asd Villa di Briano e Interpianurese, hanno segnato profondamente il presidente del Villa di Briano Flavio Cristiano che dopo aver fermamente condannato quanto accaduto, ha dato un altro segnale forte: “Ho deciso di non far disputare la prossima partita per dare un segnale di grande rigore, utile per far riflettere tutti su quanto accaduto sabato scorso”.

In quella partita ci furono diversi episodi di violenza, anche all’interno della fila della squadra casalinga, ecco il perché di questa decisione: “Sono convinto che bisogna prendere sempre di più coscienza della violenza per ciò che essa è, dobbiamo definirla negativamente e con un vero e proprio attentato alla libertà e alla dignità di tutti coloro che la subiscono” dice Cristiano che aggiunge: “Sono convinto che questo stop servirà a responsabilizzare e ricompattare l’intero gruppo ed a riportare la giusta armonia ed il giusto spirito sportivo a tutta la società”.

Dunque i calciatori, che giocano nel campionato di Seconda Categoria, non scenderanno in campo domani sabato 18 febbraio nel match previsto contro il Marano. “Continuerò ad oppormi alla violenza e spero che questo mio pensiero sia condiviso da tutti i membri delle associazioni sportive dilettantistiche, poiché lo sport deve essere sano agonismo e divertimento”.

Commenta su Facebook