Bonus energia, nel 2017 ancora più vantaggi: ecco come richiederlo

All'interno tutti i dettagli ed i documenti per la richiesta
Scatta il bonus elettrico anche per l'anno 2017 e per gli utenti che ne hanno diritto c'è una novità, il bonus è aumentato dal 20 al 30%. Lo sconto viene riconosciuto sotto forma di compensazione applicata alla spesa complessiva sostenuta dal cliente domestico durante l’anno, comprensiva della quota fissa e delle quote variabili relative ai consumi di energia elettrica, incluse le componenti A e UC applicate alla clientela domestica agevolata. In pratica, l’importo del bonus elettrico - come scrive laleggepertutti.it - viene scontato direttamente sulla bolletta, non in un’unica soluzione, ma suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.

Requisiti bonus elettrico 2017

I beneficiari del bonus sono coloro che hanno un indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro (valore aggiornato per il 2017). Possono ottenere il bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro.

Come chiedere il bonus elettrico 2017

La domanda per richiedere il bonus va presentata presso il comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane) utilizzando gli appositi moduli. Alla domanda occorre allegare:

documento di identità
allegato CF con i componenti del nucleo ISEE
attestazione ISEE in corso di validità;
modulo A compilato. Anche se si richiede un solo bonus è sufficiente compilare i riquadri relativi alla sola fornitura (elettrica o gas) per la quale si sta facendo la domanda di agevolazione;
eventuale allegato D di delega (se la domanda è presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura) 

Commenta su Facebook