E' ufficiale: Baldassarre lascia la commissione consiliare

Il consigliere: "Ritengo di non consentire più alibi o pretesti a chicchessia e dimostrare ancora una volta che è importante solo la città e gli obiettivi di crescita economica e non le questioni o le esigenze personali"

Santa Maria Capua Vetere - Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa diramata dal consigliere comunale Agostino Baldassarre ed indirizzata al sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra e al presidente del consiglio comunale Danilo Feola.

"Ho presieduto quest'oggi, per spirito di servizio, la commissione urbanistica, registrando nuovamente l'assenza della minoranza, come segno di protesta nei confronti della mia persona. In questi ultimi giorni ho avuto modo di leggere le uscite giornalistiche di alcuni esponenti consiliari ed ho ascoltato senza proferire parole, per evitare polemiche, le esternazioni tenute in consiglio comunale, circa la mia gestione della commissione. Pur valutando che non esiste alcun problema politico vero, ritengo di non consentire più alibi o pretesti a chicchessia e dimostrare ancora una volta che è importante solo la città e gli obiettivi di crescita economica e non le questioni o le esigenze personali.

Quando ho deciso di candidarmi e di svolgere la funzione di consigliere comunale era solo per queste motivazioni; quando ho dato al Sindaco la disponibilità a presiedere la commissione urbanistica era solo per mettere a disposizione della collettività le competenze tecniche acquisite in tanti anni di professione; non era sottesa alcun altra esigenza e né tantomeno velleità personali.

Non posso accettare che la mia presenza possa escludere le esperienze e le competenze di altri consiglieri comunali. Il mio obiettivo è esattamente l'opposto e cioè coinvolgere il più possibile tutti coloro che vogliono dare un contributo per la collettività.

Mi auguro che con le mie dimissioni dalla commissione consiliare, possano ritornare al lavoro convinto e proficuo coloro che adesso lamentano un problema politico e di tutela delle minoranze, così come del resto è stato sino ad ora, senza che sia stato registrato mai nulla di anomalo.

Prendo atto della fiducia ribadita dal Sindaco anche in pubblica sede e della vicinanza della maggioranza, ma non voglio rappresentare un elemento di possibile imbarazzo o di discussione su una vicenda incomprensibile ai più e che allontana le risorse che ognuno di noi deve invece investire per i veri obiettivi di sviluppo della città.

Il mio gesto non vuole essere polemico con nessuno, ma è solo un contributo affinchè possa ritrovarsi maggiore serenità per un lavoro con tutti coloro che hanno realmente a cuore le sorti del futuro dei nostri figli.

Fermo restando la mia continua disponibilità di impegno e lavoro, ringrazio tutti per la vicinanza dimostrata".

Commenta su Facebook