Rifiuti e incuria a Tuoro. La denuncia di Fi: "Rischio roghi"

L'assessore Pontillo: "Si procederà in tempi brevi allo smaltimento del materiale inquinante"

Caserta - Disservizi di igiene urbana, episodi di degrado ambientale ed ammaloramenti delle pavimentazioni stradali sono  problematiche comuni nel Casertano, che tendono, purtroppo, a ripresentarsi con allarmante ciclicità. Non costituisce caso a parte quello presentato , durante il consiglio comunale del 25 gennaio, dalla consigliera di Forza Italia, Emilianna Credentino , relativo allo stato di abbandono in cui versa l’ex campo sportivo sito nella frazione di Tuoro, in prossimità della scuola elementare. La Credentino ha infatti denunciato, oltre alla situazione di incuria generale, una presenza massiccia di rifiuti edili ed ex complementi d’arredo in legno, tutti potenzialmente incendiabili. In realtà, un più attento sopralluogo ha evidenziato che buona parte della vecchia mobilia abbandonata ha già subito un trattamento di combustione attuato da qualche maldestro individuo,  con esito assai disastroso. Oltre al cumulo annerito che spicca prepotentemente al centro del campo, rifiuti di ogni genere (dai vetri di specchi alle mattonelle in ceramica, dai materassi alle scarpe spaiate) si sparpagliano ai lati della struttura, a pochi metri di distanza dalle abitazioni del rione popolare adiacente. 

L’Assessore al Patrimonio ed agli Impianti Sportivi, Alessandro Pontillo, ha dichiarato che, pur essendo la problematica ben nota, la sua risoluzione si è rivelata più complessa di quanto inizialmente ipotizzato. La perizia ha infatti evidenziato che gli scarti non sono assimilabili ai comuni rifiuti urbani e pertanto, non possono essere prelevati  dalla ditta di igiene urbana. Ne consegue che, nei tempi più ragionevoli possibili, verrà inoltrata una richiesta al Settore Ambiente, Ecologia e Gestione Rifiuti della Provincia per provvedere allo smaltimento del materiale inquinante.

“Nessun pericolo per gli alunni della scuola, distante circa 300 metri – ha concluso l’assessore all’ecologia Francesco De Michele”, precisando in oltre che la zona individuata non sarà semplicemente ripulita dalla spazzatura. L’intera area di Tuoro è infatti già stata inserita nel progetto di riqualificazione delle periferie, il cui bando è stato firmato lo scorso dicembre a Palazzo Chigi. Dei 18 milioni finanziati dallo Stato, erogati con la finalità di realizzare opere urgenti atte alla rigenerazione delle aree urbane degradate, ben 1 milione e 100mila saranno destinati alla sola frazione di Tuoro, riportando di conseguenza, anche il campo sportivo e le strutture didattiche adiacenti ad un rinnovato splendore.

A Caserta centro invece, le continue piogge invernali, di portata notevole e sempre più imprevedibile, continuano a causare disagi alle reti fognarie. Il consigliere di Città Futura, Enzo Bove, ha concentrato la propria attenzione su un tratto di strada in particolare, quello che si estende tra via Unità Italiana ed il passaggio a livello di via Ferrarecce, oggetto continuo di allagamenti. 

“Si tratta di un punto dove la rete fognaria si accorcia notevolmente, causando un ritorno di acqua all’interno di condomini, garage e attività commerciali. Il cambiamento climatico che ha portato a rovesci più sporadici ma maggiormente intensi, ha fatto il resto” ha dichiarato Bove. L’intervento di ampliamento del condotto di drenaggio urbano verrà attuato, ma i tempi non saranno così immediati. I 15 milioni recentemente stanziati dalla Regione per un progetto ad hoc non saranno infatti sufficienti a coprire le spese, poiché i lavori ha necessitano di investimenti più importanti. Per questo motivo il piano di risanamento sarà inserito all’interno di una programmazione più amplia, che comprenderà una completa riqualificazione da piazza Andolfato a via Ferrarecce, grazie all'erogazione di ulteriori fondi regionali ottenibili a breve.

Commenta su Facebook