Caserta: un nuovo parcheggio per l'ospedale, il sì in consiglio

Tra i progetti della struttura ospedaliera anche la realizzazione di un'area per la medicina trasfusionale.

Caserta - Durante il consiglio comunale, svoltosi in data odierna a Palazzo Castropignano, è stata approvata all’unanimità la delibera presentata dall’ assessore alle Politiche Urbanistiche Stefania Caiazzo (in foto) sulla variazione del piano urbanistico che permetterà la realizzazione di un parcheggio sito nei pressi dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano.

Una serie di migliorie che andranno ad  attenuare la situazione critica in cui versa l’area che si estende tra via La Pira e il cimitero di Caserta, attraverso l’installazione di nuove attrezzature pubbliche integrate e servizi utili alla comunità, unitamente all’implementazione di uno spazio riservato ai dipendenti dell’ospedale. Una zona ricca di verde con percorsi pedonali, aree di sosta e parcheggi ad esclusiva gestione pubblico-comunale.

“Approviamo con soddisfazione – ha dichiarato il consigliere del PD Domenico Maietta -  la delibera per la messa in ordine di un’area strategica di grande importanza, un progetto che tenderà ad elevare la percezione di benessere e servizio da parte del nosocomio cittadino e di tutta la comunità casertana. Sono contento per questa soluzione approvata in tempi record che concorre a stroncare le continue polemiche sull’operato dell’attuale giunta comunale.”

Hanno trovato un tiepido accoglimento anche le proposte dei consiglieri d’opposizione Nicola Garofalo  e Antonello Fabrocile relative all’introduzione di prezzi “più popolari” per le soste a pagamento nell’ area designata, problematica che verrà affrontata al momento della scelta del tariffario.

Ma non si tratta dell’unica novità in vista per l’ospedale casertano. E’ stato infatti approvato anche un permesso in deroga alla normativa vigente per l’ampliamento di un’area preesistente all’interno della struttura sanitaria e che sarà oggetto di un consistente finanziamento da parte della Regione Campania. Senza apportare alcuna modifica volumetrica, saranno ricavate nuove sale destinate ad ospitare attività poliambulatoriali e di medicina trasfusionale.

“Non un centro qualunque, ma il futuro punto di riferimento per la raccolta, l’analisi e la trasfusione di sangue per tutta la Campania Settentrionale – ha evidenziato l’assessore Caiazzo”.

Commenta su Facebook