Compostaggio allo Stir, il "no" nel 2016. Mirra a Forza Italia: "Siete in ritardo di un anno"

Botta e risposta tra il coordinamento cittadino di Forza Italia e il sindaco di Santa Maria Capua Vetere

Santa Maria Capua Vetere - “La nota diramata dal coordinamento cittadino di Forza Italia – ha dichiarato il sindaco Antonio Mirra - strumentalizza un tema troppo delicato quale l'ambiente che non deve essere assolutamente trattato in maniera così superficiale né  tantomeno oggetto di logiche politiche. In merito alla riunione, tenutasi presso la commissione regionale “Terra dei Fuochi” presieduta dall’onorevole Gianpiero Zinzi ed avente ad oggetto esclusivamente lo stato di attuazione del Piano Regionale con riferimento alla futura realizzazione degli impianti per il trattamento della frazione organica, il coordinamento di Forza Italia lamenta una mancanza di posizione da parte dell’amministrazione comunale dimenticando, o volontariamente ignorando, che già nel settembre del 2016, con delibera di giunta comunale e poi con delibera di consiglio, l’amministrazione aveva manifestato la propria ferma opposizione all’ubicazione di un impianto di compostaggio presso lo Stir, sulla base di motivazioni che portano ad escludere completamente la possibilità di individuazione di tale area come sito per il trattamento dei rifiuti organici a tutela della città e della popolazione carceraria che è già costretta a convivere da anni con l'impianto attuale”. 

“La delibera di consiglio comunale – ha proseguito Mirra - immediatamente comunicata alla Regione Campania e alla stessa Gisec, veniva approvata all’unanimità di tutti i componenti e di tutte le forze politiche presenti in assise, compresa la consigliera Maria Leonardi Uccella oggi firmataria della nota in oggetto”. 

“Comprendo – ha concluso il sindaco Mirra - l'esigenza del neonato coordinamento cittadino di Forza Italia di iniziare un'azione politica in città, ma su di una tematica così delicata mi aspetto e mi auguro non mere strumentalizzazioni politiche ma proposte costruttive finalizzate a migliorare la vita di tutti i cittadini sammaritani”.

La nota di Forza Italia. “L’assenza del Comune di Santa Maria all’audizione della Commissione ‘Terra dei Fuochi’ in Consiglio regionale, dà la cifra dell’attenzione che l’amministrazione comunale ha nei confronti dell’ambiente”. Così hanno scritto dal Coordinamento cittadino di Forza Italia guidato dalla Consigliera Comunale Maria Leonardi Uccella e da Michele Castaldo (Coordinatore), da Angela Uccella (Componente del Direttivo) e Franco Marino (Componente del Direttivo) presenti martedì pomeriggio in Regione dove si è svolta l’audizione della III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi’ avente ad oggetto lo "stato di attuazione del Piano Regionale dei Rifiuti, con riferimento alla realizzazione degli impianti di compostaggio in provincia di Caserta". Il Piano prevede, infatti, che gli impianti Stir debbano essere riconvertiti per poter trattare anche una parte della produzione di frazione organica (il cd. Umido) proveniente dalla raccolta differenziata. “Nel corso dell’audizione in Regione sono stati ascoltati i sindaci dei Comuni sede degli Stir: Battipaglia, Tufino e Casalduni e tutti hanno manifestato la loro contrarietà al progetto di allargamento degli impianti, motivandolo con le difficoltà rappresentate dai cittadini per la presenza degli Stir in ragione della puzza originata. Stupisce - dicono da Forza Italia - l’assenza del Comune di Santa Maria Capua Vetere, non rappresentato né dal sindaco Mirra né da un suo delegato. Un’assenza colpevole e un’occasione sfumata per la città, dicono da Forza Italia. L’amministrazione, infatti, avrebbe potuto in quella sede esporre alla Commissione ed ai funzionari regionali presenti le ben note problematiche che il nostro territorio si trova a dover affrontare dal punto di vista ambientale. Prendiamo atto che questa maggioranza ha ben altre priorità rispetto alla vivibilità ed alla salute dei cittadini”.

Commenta su Facebook