Ius Soli. Lucio Romano (Democrazia Solidale): "Mio digiuno a favore dei diritti umani"

Le parole del senatore Lucio Romano esponente di Democrazia Solidale, Vice presidente della Commissione per le Politiche dell’Unione Europea e membro della Commissione dei Diritti Umani

Italia - “La scelta di aderire al digiuno, giovedì 12 ottobre, per l’approvazione della legge sullo Ius Soli temperato è la mia convinta testimonianza in favore di un provvedimento che mi auguro possa essere ancora approvato in questa legislatura. Questa legge non incentiva l'immigrazione, ma rileva l'importanza della formazione scolastica e dell’integrazione sociale. La legge riguarda italiani di fatto. Non è giustificabile ancora la loro esclusione dalla cittadinanza. Si sono formati e siedono nei banchi di scuola accanto ai nostri figli o nipoti. La mia è una netta presa di posizione in favore dei diritti dell'uomo e della dignità dell'essere umano”, dichiara il senatore Lucio Romano esponente di Democrazia Solidale Vice presidente della Commissione per le Politiche dell’Unione Europea e membro della Commissione dei Diritti Umani. “Si esige chiarezza e trasparenza di argomentazioni. Si richiede un impegno di civiltà, una cultura di responsabilità. Questi sono temi troppo seri da sfruttare per procurarsi consensi, anche trasmettendo suggestioni o errate informazioni. C’è assolutamente bisogno che venga chiarito ancora una volta che la nuova legge non significa incentivare le immigrazioni”, conclude il senatore Romano.

Commenta su Facebook