Rifiuti in strada, Speranza per Caserta: "Emergenza creata ad arte per sponsorizzare un impianto illegale"

Duro attacco del gruppo politico che condanna le scelte della maggioranza

Caserta - È incredibile quello che i casertani sono costretti a scoprire dalla stampa. Il super-assessore Franco De Michele ci 'informa' che, a fronte di un contratto in scadenza al 31 marzo, gli uffici comunali "già dal 20 marzo, si sono messi in moto per correre ai ripari". Il fatto che l'amministrazione Marino si metta in moto a 10 giorni dalla scadenza di un contratto così importante dimostra - sostiene il coordinatore di Speranza per Caserta, Michele Miccolo - che ha ragione l'assessore Pica quando scrive nei documenti contabili dell'Ente,  che al Comune non si è in grado di controllare le procedure burocratiche e di programmare le attività amministrative.




I risultati sono sotto gli occhi di tutti i casertani: troppo presi a far digerire l'indigeribile (un impianto che tratterà 40mila tonnellate di rifiuti davanti alla Reggia di Caserta alla faccia della tanto sbandierata 'svolta' annunciata dal sindaco Marino in tema di Turismo), l'amministrazione non ha provveduto per tempo ad attivare le procedure burocratiche necessarie ad evitare questa ennesima 'finta emergenza'. L'assoluta e totale incapacità di programmazione e controllo di questa amministrazione (alla pari delle ultime due) é avvilente ed é anche l'unica ragione dei sacchetti in strada. Impossibile non notare che - conclude Miccolo -  mentre i casertani vedono l'immondizia non raccolta sotto casa (o, peggio ancora, tutto raccolto nell'indifferenziato come successo in diverse zone della città lunedì notte) sono in consegna le cartelle esattoriali  della Tarsu/Tari. É bene che il sindaco Marino e l'assessore De Michele sappiano che i casertani pagano per avere un servizio efficiente e senza sprechi. Esattamente l'opposto di quello che si é visto in questi anni nonostante i puntuali pagamenti e l'assenza di controlli verso le aziende che si sono alternate, in questi anni, nella gestione del servizio.

 

LEGGI ANCHE: CASERTA TERMINA L'ALLARME RIFIUTI, OGGI RIPRENDE LA RACCOLTA

tags: Caserta

Commenta su Facebook