Villa Literno: dissesto e mancati trasferimenti, le opposizioni uniscono le forze

Dialogo fitto tra i gruppi de La Svolta e la Differenza che potrebbero anche convergere in un unico gruppo

Villa Literno - Un'unione solo sfiorata durante le ultime elezioni amministrative a Villa Literno, sta per diventare una realtà concreta dopo poco meno di un anno di amministrazione comunale. I due gruppi di minoranza de La Svolta e La Differenza hanno deciso, infatti, di avviare un dialogo per unire le forze e collaborare per mettere in campo «un'opposizione non più sterile e fine a stessa, ma vigile e che possa smascherare le evidenti lacune operative della maggioranza» dicono gli esponenti dei due gruppi al termine di alcuni incontri, in cui si è discusso anche dei risultati delle ultime elezioni. Proprio coloro che hanno partecipato agli incontri ammettono di aver «commesso un passo falso durante le ultime elezioni» poiché la somma delle due liste combinate avrebbe portato a 3300 preferenze, superando di fatto «la lista vincente, guidata dall'attuale sindaco Nicola Tamburrino». Il punto nodale della nuova possibile cooperazione sarà sicuramente quello relativo alla questione del dissesto finanziario. Una crisi a cui gli esponenti della maggioranza stanno cercando di far fronte con tagli alle spese, oltre che con l'approvazione della documentazione da inviare al Mef. Eppure ci sono molte questioni ancora da risolvere, come ad esempio il parere sfavorevole al bilancio rilasciato dal revisore dei conti, oltre «al mancato invio del questionario alla Corte dei conti, utile per ottenere i trasferimenti erariali» fanno sapere i rappresentanti dei gruppi che in una nota aggiungono: «Questo inadempimento farà sospendere i trasferimenti erogati dallo stato, in una situazione già critica per l'Ente». Secondo quanto comunicato anche sul sito ufficiale del ministero dell'interno, infatti, il Comune di Villa Literno risulta inadempiente alla data del 23 gennaio. Da questa segnalazione parte il lavoro congiunto da parte dei due gruppi che ancora non hanno specificato se entro breve formeranno un gruppo unico in seno al consiglio comunale.

Commenta su Facebook