Archeologia: 40mila anni di preistoria a Mondragone, domani la presentazione a Mondragone

Il sindaco Schiappa: "Il crescente interesse di diverse università italiane sul patrimonio storico di Mondragone, sono la testimonianza che i nostri investimenti hanno creato qualcosa di importante"

Mondragone - Domani pomeriggio, alle ore 18:30, nella Sala Conferenze “M. Pacifico” del Museo Civico Archeologico “Biagio Greco”, si terrà l’incontro su “La grotta di San Sebastiano, 40.000 anni di preistoria a Mondragone”, con la presentazione del documento sulla grotta e delle campagne di scavo 2015 e 2016. Interverranno il Direttore Scientifico del Museo Civico Archeologico Luigi Crimaco, il Funzionario Archeologico della Soprintendenza belle arti e paesaggio di Caserta e Benevento Antonella Tomeo, il docente dell’Università “La Sapienza” Carmine Collina, il docente dell’Università “La Sapienza” Marcello Piperno, il docente dell’ Università “Suor Orsola Benincasa” Leonardo Repola ed il Giornalista Leonardo Sebastianelli. Modererà il dibattito Francesco Nazzaro. Interverrà per i saluti, insieme all’Assessore ai Beni Culturali Valerio Bertolino e alle Attività Culturali Lucia Smirne, il Sindaco della Città Giovanni Schiappa. “Le preziose campagne di scavo che rivendichiamo con orgoglio – commenta il Sindaco Giovanni Schiappa – ci diranno a che punto siamo con la riscoperta di questo grande patrimonio di inestimabile valore. L’attenzione verso il segmento culturale, storico e archeologico, nel corso di questi primi cinque anni di attività amministrativa, è stata intensa e costante. Il crescente interesse di diverse università italiane sul patrimonio storico di Mondragone, sono la viva testimonianza che i nostri investimenti e l’impegno delle nostre risorse umane, nel corso di questi anni, sono serviti –  continua il Sindaco – a creare qualcosa di molto importante. Il prossimo quinquennio amministrativo, sarà incentrato ancora sulle campagne di scavo, ma anche e soprattutto sulla promozione nei circuiti del turismo culturale del nostro straordinario patrimonio.”

Commenta su Facebook