Processo a carico dell'ex sindaco De Lucia, il Comune si costituisce parte civile

Soddisfazione espressa dai rappresentanti del Movimento: "Tutelare i diritti dei cittadini"

San Felice a Cancello - Con la delibera del 14 marzo 2017 il Commissario straordinario ha disposto che il Comune di San Felice a Cancello si costituisca parte civile nel procedimento penale a carico dell'ex sindaco Pasquale De Lucia e degli altri soggetti coinvolti. 

"Siamo profondamente soddisfatti - hanno spiegato gli esponenti dell'associazione San Felice in Movimento - del fatto che, dopo le ripetute istanze da noi presentate, finalmente il Commissario abbia fatto propria la nostra proposta e si sia impegnata a tutelare i diritti dei cittadini di San Felice a Cancello nel procedimento in corso. Ricordiamo che il Commissario Straordinario è l'unico soggetto pienamente legittimato a costituirsi parte civile nel procedimento penale in oggetto poiché, nella sua funzione, rappresenta il Comune e, di conseguenza, tutti i cittadini di San Felice a Cancello che sono la parte lesa; cosa che invece non avremmo potuto fare né noi come Associazione, né i partiti, né gli ex consiglieri e neanche gli aspiranti candidati sindaci, come invece è stato suggerito (sempre e soltanto sui media) da un ex consigliere comunale, poiché tale richiesta sarebbe stata inevitabilmente rigettata dal giudice".

Commenta su Facebook