Abusivismo in Campania, svolta sugli abbattimenti. Natale soddisfatto: "Ora tempi brevi per la legge"

La giunta regionale ha approvato un disegno di legge per acquisire il bene al patrimonio comunale e poi darlo in affitto con preferenza per gli occupanti
La Giunta regionale, nella seduta di ieri, ha approvato una proposta di disegno di legge sul tema dell'anti-abusivismo edilizio in Campania. Si tratta di linee guida per il governo del territorio, a supporto degli enti locali che intendono utilizzare misure alternative alla non avvenuta demolizione di immobili abusivi.  Si tratta in pratica di linee guida che i singoli consigli comunali potranno valutare l'esistenza di interessi pubblici rispetto alle procedure di demolizione. Con questo sistema l'Ente potrà acquisire al patrimonio comunale il bene per inottemperanza all'ordine di demolizione, e di locare lo stesso con preferenza per gli occupanti per necessità. Una notizia sicuramente positiva anche per il territorio dell'agro aversano e soprattutto per l'area ex Albanova, dove ci sono circa 3000 case abusive tra San Cipriano d'Aversa, Casapesenna e Casal di Principe, proprio in quest'ultimo comune c'è la più grande concentrazione di immobili che potrebbero essere abbattuti. Sulla questione la stessa giunta comunale, guidata dal sindaco Renato Natale, aveva più volte sollecitato un intervento della Regione Campania

LAVORO A TEMPO INDETERMINATO IN AUCHAN: ECCO COME CANDIDARSI

Dopo l'intervento della giunta proprio Natale, attraverso una nota, stampa ha commentato: "Abbiamo letto con soddisfazione il comunicato stampa della Regione Campania, con cui si comunicava che  la giunta regionale della Campania ha deliberato una proposta di legge regionale che viene incontro alle esigenze degli enti locali alle prese da anni con il tema dell'abusivismo. L'amministrazione comunale di Casal di Principe si batte fin dal suo insediamento per avere una norma che ci consenta di evitare gli abbattimenti, e lo abbiamo fatto in costante rapporto con gli organi regionali ed in particolare con l'assessorato all'urbanistica". "Possiamo dire con orgoglio - continua Natale - di aver dato il nostro contributo alla redazione di questa proposta. Auspichiamo ora che il Consiglio Regionale vada velocemente all'approvazione di questo testo per renderlo operativo. Di certo con questa norma non abbiamo risolto tutte le questioni, ma ci consentirà  in molti casi di procedere dopo l'acquisizione a locare il bene, laddove l'abbattimento si presentasse come eccessivamente oneroso per la comunità.  La norma prevede la possibilità  di locare l'abitazione a chi vi risiede già , se si configura come unica abitazione. Una norma simile fu già  emanata nel 2013, e permise ad alcuni Comuni che la utilizzarono secondo i tempi previsti, di affrontare positivamente il problema degli abbattimenti. Il nostro comune come altri, allora governati da commissari prefettizio,  non utilizzavano la norma.  Ora con questa proposta di legge della giunta regionale si riapre una possibilità.  Seguiremo ancora con attenzione il prosieguo dell'iter legislativo che dovrà portare in tempi brevi all'emanazione della legge". 

Commenta su Facebook