SMCV. Servizio lampade votive, i chiarimenti di Mirra e Monaco: "Indispensabile per avviare radicale inversione"

"Per fare chiarezza basti dire che fino ad adesso l’amministrazione comunale non era in possesso dell’anagrafe dei soggetti sottoscrittori dei contratti e la somma che entrava nelle casse del comune rappresentava la percentuale in termini di agio sulla somma riscossa e comunicata dalla ditta concessionaria che procedeva direttamente all’incasso"

Santa Maria Capua Vetere - “Considerato che tanto si è scritto e tanto si è detto in questi giorni a proposito del pagamento delle lampade votive al cimitero riteniamo opportuno e doveroso chiarire alcuni aspetti ai cittadini sammaritani per meglio comprendere quanto si sta effettivamente verificando”. Sono le dichiarazioni del sindaco Antonio Mirra e dell’assessore ai servizi cimiteriali Virgilio Monaco.

“Come tutti sanno il servizio di illuminazione presso il cimitero è svolto da decenni sempre dalla stessa ditta, con proroghe di affidamento che erano diventate la regola amministrativa; abbiamo voluto in questo, come in altri settori dell’attività amministrativa, un cambiamento radicale e sostanziale solo ed esclusivamente nell’interesse dei cittadini sammaritani. Per fare chiarezza basti dire che fino ad adesso l’amministrazione comunale non era in possesso dell’anagrafe dei soggetti sottoscrittori dei contratti e la somma che entrava nelle casse del comune rappresentava la percentuale in termini di agio sulla somma riscossa e comunicata dalla ditta concessionaria che procedeva direttamente all’incasso”. 

“Siamo perfettamente consapevoli - hanno spiegato Mirra e Monaco - che stiamo chiedendo ai sammaritani un sacrificio con una procedura solo per quest’anno certamente articolata, ma finalmente, grazie a questo sacrificio, l’amministrazione comunale potrà disporre di una anagrafe dei contratti e, grazie al nuovo sistema di gestione, potrà anche avere oggettiva contezza degli effettivi costi per l’esecuzione del servizio; tutti dobbiamo essere consapevoli che l’affrontare queste difficoltà di registrazione e di pagamento rappresentava la condizione indispensabile per una radicale inversione che molti attendevano da anni e che ci consentirà a partire dall’anno prossimo di adottare procedure assolutamente semplificate per i pagamenti e, soprattutto, trasparenti per l’amministrazione pubblica. Quanto alle tariffe ci preme chiarire che non sono assolutamente aumentate e per il 2017 sono le stesse dell’anno precedente; riteniamo concretamente che, sempre in linea con una corretta gestione delle casse comunali, per l’anno prossimo le tariffe potranno essere diminuite non solo per quanto riguarda le lampade ma anche per altri servizi cimiteriali”. 

“Ci scusiamo ancora con i cittadini per qualche disservizio, ma la riorganizzazione dei servizi cimiteriali rappresenta solo un primo ma importante passo per assicurare alla città un cimitero assolutamente decoroso unitamente a servizi cimiteriali efficienti, obiettivo questo che ci siamo posti e continua ad essere assolutamente presente nella nostra quotidiana azione amministrativa”.

Commenta su Facebook