Vandalizzato bene confiscato alla camorra, l'accusa di Schiappa

Il sindaco: "Non indietreggeremo nemmeno di un millimetro"

Mondragone - "Nella giornata di ieri la nostra comunità è stata scossa da un evento molto grave". Sono le parole del sindaco di Mondragone Giovanni Schiappa che spiega quanto accaduto: "Qualche giorno dalla pubblicazione dell’invito a manifestare interesse per la gestione di un bene confiscato alla camorra, sito in via Domiziana km 21” con finalità sociale di laboratorio ambientale, abbiamo dovuto denunciare il compimento di un gravissimo atto di vandalismo e sciacallaggio sullo stesso immobile, compiuto proprio nel corso degli ultimi giorni. Il danno procurato è di circa 50mila euro. Ancora una volta la nostra comunità si trova a fronteggiare deleteri atti di delinquenza, dinanzi ai quali non indietreggeremo di un millimetro. Stiamo percorrendo la strada del rispetto delle regole e intendiamo proseguire senza timore alcuno. Neanche questo gesto ci fermerà".

Commenta su Facebook