Sito di compostaggio a Casal di Principe, Corvino si oppone: "Scelta inaccettabile"

Il consigliere di opposizione: "Troppi gli svantaggi a carico dei cittadini, mi opporrò con tutte le mie forze"

Casal di Principe - La costruzione di un impianto di compostaggio a Casal di Principe, sta animando in questi giorni il dibattito politico locale. Se su un fronte c’è il sindaco Renato Natale che proprio ai nostri microfoni ha descritto i vantaggi della struttura, che sarà localizzata in un’area periferica e costruita interamente con i fondi della Regione Campania, su un altro fronte c’è la voce dell’opposizione con Elisabetta Corvino che si oppone fermamente al progetto e definisce la scelta: “Inaccetabile” e aggiunge: “In passato mi sono battuta per la chiusura della discarica di Parco Saurino e non posso permettere che durante il mio mandato da consigliere si compia uno scempio simile. Non penso solo agli olezzi maleodoranti, ma anche  ai paesaggi  desolati  che ne delineeranno il triste scenario, all’andirivieni dei camion dell’immondizia provenienti dai paesi limitrofi e al danno di quell’immagine che tutti, e dico tutti, stiamo faticosamente costruendo. Non è un semplice  atteggiamento  del  “Non nel mio giardino”,  perché questo giardino è stato già abbastanza martoriato”. Corvino chiama a raccolta tutte le forze di opposizione e tira in ballo anche il consigliere di maggioranza Mario Schiavone: “Anche lui ha fatto battaglie contro le discariche non posso credere non posso credere che oggi egli possa  volere un impianto di compostaggio a Casal di Principe”. Secondo Corvino, poi i “benefici nella gestione del ciclo dei rifiuti prospettati dal Sindaco non sono commisurati agli svantaggi poiché questi ultimi  vanno a sommarsi alle emergenze mai risolte dei siti mai bonificati” e nemmeno “i dieci posti di lavoro possono compensare, anche perché magari non li avranno i cittadini casalesi. Così come i tredici milioni di euro non finiranno certamente nelle tasche dei cittadini,  come non lo sono finiti ad oggi tutti i milioni di euro dei finanziamenti che ci sono arrivati dal governo e dall’Europa”.

Commenta su Facebook