San Tammaro. Differenziata e taglio tasse, M5S chiede l'approvazione regolamento per le attività di compostaggio

L'iniziativa è promossa anche dalla Regione Campania

San Tammaro - Tutti i cittadini sono impegnati a prestare la massima collaborazione nell’attuazione delle metodologie di raccolta differenziata dei rifiuti urbani ed assimilati,il Compostaggio è parte integrante, la Regione Campania nel promuovere tale pratica come previsto nel Piano Regionale dei rifiuti dal 2012 ha stabilito che la quota dei rifiuti derivanti da attività di autocompostaggio venga ricompreso nel conteggio dei rifiuti raccolti in modo differenziato da ciascun comune,nella quantità pari a 0.250 kg/giorno per ogni cittadino ottenendo un risparmio sulla TARI   a patto che questi sottoscrivano una convenzione con il Comune e che effettivamente aderiscano a tale pratica.

Gli Amici di Beppe Grillo - viene scritot in una nota diffusa dagli attivisti - sempre attenti alle problematiche ambientali hanno chiesto l’approvazione del Regolamento per le attività di Compostaggio domestico,rappresenta sia un utile strumento per la riduzione, lo smaltimento e la gestione della frazione organica dei rifiuti urbani, sia una responsabilizzazione delle famiglie alla gestione dei propri scarti organici promuovendo lo sviluppo sostenibile.

Realizzare nel territorio comunale dei centri di raccolta per rifiuti differenziati nonché allestire siti destinati a realizzare pratiche di compostaggio di comunità per la produzione di compostaggio di qualità così come definito dall’attuale normativa,atti concreti a favore dell’ambiente,con meno rifiuti da smaltire,con meno costi per tutti,e recupero del compost prodotto,una risorsa preziosa per la fertilità del terreno.

Commenta su Facebook