Referendum Costituzionale, il Movimento Sammaritano in campo per il 'NO'

Gli esponenti del gruppo politico: "Salvaguardare la democrazia oggi, è garantire la propria libera voce domani!"

Santa Maria Capua Vetere - "Salvaguardare la democrazia oggi, è garantire la propria libera voce domani!". Inizia così la nota del Movimento Sammaritano in vista del referendum costituzionale.

"Questa - hanno spiegato gli esponenti del Movimento - è una riforma che non riduce i costi, non migliora la qualità dell'iter legislativo, ma scippa la sovranità dalle mani del popolo! Diciamo 'no' allo scempio della Costituzione attuato attraverso una riforma che sottrae poteri ai cittadini e mortifica il Parlamento! Diciamo 'no' alla legge oltraggio che, calpestando la volontà del corpo elettorale, instaura un regime politico fondato sul governo del partito unico! Diranno: ma la riforma è pur stata approvata dal Parlamento, l’organo della democrazia. Ma noi diciamo: quale Parlamento? Il Parlamento illegittimo, eletto con una legge elettorale obbrobriosa, dichiarata incostituzionale, per l’appunto, per essere antidemocratica (deputati e senatori nominati e non eletti; premio di maggioranza abnorme che ha scollato gli eletti dagli elettori). Noi votiamo 'no'!".

Commenta su Facebook