Caserta. Marino: “Nel 2018 la gara per il trasporto pubblico locale”

Il sindaco questa mattina è stato in Regione Campania per parlare di trasporti e riqualificazione degli istituti scolastici

Caserta - Visita in Regione Campania per il sindaco di Caserta, Carlo Marino, che stamani ha affrontato due argomenti di grande importanza per il presente e il futuro della città. Il primo appuntamento è stato al Centro Direzionale, dove il sindaco ha incontrato il presidente della Quarta Commissione del Consiglio Regionale della Campania (Urbanistica, Lavori Pubblici, Trasporti), Luca Cascone.

Al centro del colloquio la necessità, fatta presente da Marino, di ridefinire l’intero sistema di trasporto pubblico nella città di Caserta, rendendolo finalmente efficiente e vicino alle esigenze dei cittadini. Il presidente Cascone ha assicurato che ci saranno degli incontri con l’attuale concessionario per riorganizzare il servizio. Nel 2018, poi, verrà effettuata una gara europea per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale (tpl), che riordinerà in maniera complessiva l’intero sistema di mobilità sull’intero territorio regionale e quindi anche nella città di Caserta. “L’incontro di oggi – ha spiegato Marino – è il primo passo importante compiuto nel delicato settore dei trasporti. Con lo svolgimento della gara nel 2018 Caserta avrà finalmente un servizio efficiente e degno di un Paese evoluto”.

Successivamente, il sindaco Marino si è trasferito a Santa Lucia, dove ha incontrato l’assessore regionale all’Istruzione, alle Politiche Sociali e allo Sport, Lucia Fortini, con la quale ha affrontato i temi relativi alla realizzazione di uno screening sulla situazione degli edifici scolastici della città di Caserta e alle opere di riqualificazione da effettuare nei prossimi mesi. Marino ha ribadito che saranno presentati entro la metà di settembre tutti i progetti per accedere ai fondi di rotazione della Regione, che consentiranno interventi nel campo dell’adeguamento strutturale e dell’efficientamento energetico degli edifici scolastici. Inoltre, nel Piano Triennale della Regione sono stati già inseriti 4 istituti scolastici di Caserta (le scuole medie “Dante Alighieri”, “Giannone”, “Ruggiero” e “Leonardo Da Vinci”), con un finanziamento di 1,5 milioni di euro per ognuno di essi proprio per intervenire sulla riqualificazione degli edifici. Il sindaco Marino e l’assessore Fortini hanno anche discusso del progetto “Scuola Viva”, che consentirà l’apertura pomeridiana delle scuole del territorio per la realizzazione di progetti che favoriranno la massima integrazione tra il sistema scolastico e la città. A metà settembre sarà pubblicata la graduatoria che stabilirà quali istituti avranno accesso ai finanziamenti. Si tratta di una somma pari a 55mila euro annui per istituto per un periodo complessivo di tre anni. Fondi, questi, con i quali bisognerà mettere in pratica i vari progetti da svolgere nelle ore pomeridiane. “La scuola – ha spiegato Marino – deve diventare sempre più un luogo di aggregazione, un punto di riferimento per i giovani anche al di là dell’orario dedicato alle lezioni. Sono convinto che il progetto “Scuola Viva” costituisca una grande opportunità per la nostra città e per gli istituti che vi aderiscono”.

Commenta su Facebook