Congresso GD a Teverola: Carlo Aquilone segretario, Giovanna Pagano presidente

Riassetto totale delle gerarchie interne, i neo eletti: "Come deve considerarci il sindaco? Come una nuova realtà. Saremo parte integrante del territorio teverolese"

Teverola - Un riassetto totale delle gerarchie interne. I giovani democratici di Teverola hanno deciso di cambiare volto, di dare nuova linfa alla loro attività politica, alla luce delle nomine scaturite dal primo congresso cittadino, tenutosi nella serata di mercoledì 10 febbraio. A presiedere il gruppo politico, l'avv. Giovanna Pagano, mentre la carica di segretario ufficiale spetta a Carlo Aquilone, il quale risulta anche delegato provinciale.

“I GD – dicono i neoeletti – devono formare una piattaforma politica giovanile, dove tutti possono confrontarsi. Non è più il tempo dei personalismi, sono poco costruttivi. Probabilmente negli anni passati non c'è stata una forte collaborazione tra le parti e si sa che, quando manca partecipazione nel lavorare, viene meno l'entusiasmo. Già questo è un punto a nostro vantaggio. Daremo del nostro meglio per essere presenti in qualsiasi circostanza, il nostro compito sarà anche quello di informare riguardo ciò che accade, confrontandoci anche con le altre realtà presenti sul territorio. Dobbiamo suscitare l’interesse nei nostri amici ed in tutti quei giovani che, animati da un forte senso di sfiducia, si allontano dalla politica. Nelle prossime settimane – spiega - andremo a formare il direttivo, poi aggiungeremo gli aggettivi. Progetti in programma? Ci sono già delle idee, ma bisogna confrontarsi con i tesserati per poi stilare un calendario. Sotto un punto di vista organizzativo, tutto si basa su un principio di meritocrazia. Bisogna impegnarsi al fine di coinvolgere tutti i tesserati. Si può crescere insieme lavorando tanto, dando vita a delle iterazioni educate nei modi, cercando sempre un punto di mediazione che trovi il consenso di tutti, soprattutto all’interno del gruppo. Gli autolesionisti non producono buoni frutti. Come deve considerarci il sindaco? Come una nuova realtà. Saremo parte integrante del territorio teverolese - conclude -, tenteremo di promuoverlo attraverso delle iniziative di forte impatto sociale”.

 

Commenta su Facebook