Amministrative 2016, Fratelli d'Italia si riorganizza: ci sono già i primi candidati certi...

Ieri l'incontro per gli auguri di buon anno. Gimmi Cangiano: "Non saremo la stampella di nessuno"

Elettori, esponenti e simpatizzanti del partito Fratelli d’Italia si sono incontrati ieri sera per gli auguri di buon anno e per tornare, dopo le festività natalizie, a parlare di politica. La riunione, tenutasi alle 19,00 in via Battisti presso il Circolo Sottufficiali di Caserta, è stata l’occasione per programmare il lavoro futuro in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera, quando si andrà al voto non solo a Caserta ma anche in altre importanti città della provincia come Aversa e Santa Maria Capua Vetere.

I candidati certi. Nessuna decisione è stata ancora presa per quanto concerne i candidati a sindaco del centro-destra (necessario un confronto con Noi con Salvini e Forza Italia), mentre sono già noti i nomi di alcuni dei membri del partito i cui nomi compariranno nella lista casertana di Fratelli d’Italia: si tratta dell’ex consigliere comunale Ferdinando Piscitelli,  del già assessore alla valorizzazione delle frazioni Stefano Mariano e di Luigi Bologna. Idee ben chiare anche sui traguardi politici, piuttosto ambiziosi, da raggiungere nel 2016, anno in cui Fratelli d’Italia vuole imporsi tra i primi partiti della provincia: “Siamo molto fiduciosi” afferma il Coordinatore provinciale di partito Enzo Pagano “perché il nostro è l’unico partito unito e affidabile nel panorama delle destre. Siamo un partito corteggiato e in crescita, come testimoniano le continue adesioni di ex assessori, consiglieri e membri della società civile. Con il lavoro di squadra e l’intervento dei cittadini che vivono quotidianamente il territorio possiamo far arrivare il nostro messaggio di politica, un messaggio di impegno e serietà che può portarci a grandi risultati”. Parole che illustrano l’obiettivo chiaro di fare il carico di voti in provincia e nel capoluogo, tentando l’impresa di restituire a Caserta il ruolo di roccaforte della destra in Campania.

Il ritorno alla militanza. Dello stesso tenore anche l’intervento di Gimmi Cangiano, componente del direttivo nazionale di Fratelli d’Italia e uomo di fiducia di Giorgia Meloni nel casertano: “Siamo l’unica forza di destra credibile, perché la Lega nel meridione non è radicata e Forza Italia vive una situazione problematica. Non faremo da stampella a nessuno, rivendicheremo la fiamma tricolore presente nel nostro simbolo e proveremo ad indicare candidati sindaci appartenenti a Fratelli d’Italia. Non sarà semplice vincere, dovremo fare i conti anche con il M5S e prepararci a probabili ballottaggi, ma per ottenere risultati l’unica via è quella di metterci in mostra e fare militanza perché a differenza degli altri abbiamo la faccia pulita”.

Presente anche il consigliere uscente al comune di Caserta Luigi Cobianchi, che ha parlato dei possibili scenari per il rilancio della città e della necessità che il capoluogo diventi “motivo di vanto e non di vergogna” per il resto della provincia.

Commenta su Facebook