"Ascoltiamoci": amministratrici a confronto. Al Pd incontro promosso da Camilla Sgambato

La deputata Dem: "Fare rete aiuta a fare sempre meglio"

Caserta - “Fare rete aiuta a fare sempre meglio. Questo incontro vuole essere occasione per condividere le buone prassi dei singoli territori e comprendere, allo stesso tempo, come noi in Parlamento possiamo aiutare questi processi virtuosi”. Così la deputata Pd Camilla Sgambato al lavoro per un incontro con le amministratrici della provincia di Caserta. "Donne, un impegno in...Comune - Dai territori al Parlamento: amministratrici e dirigenti a confronto”, questo il tema dell’iniziativa che l’onorevole Camilla Sgambato ha promosso per sabato 28 novembre alle ore 16.30 nella sede del Partito Democratico in Via Maielli. Al motto di "Ascoltiamoci", la deputata sammaritana propone un meeting dove discutere come il Governo centrale ed il Parlamento possano dare una mano agli Enti locali sul fronte delle politiche di genere, della famiglia e dello sviluppo. Tutte le sindache, assessori, consigliere comunali di maggioranza ed opposizione potranno intervenire in un dibattito che avrà come obbiettivo principale quello di essere da supporto alla loro attività amministrativa. All'evento parteciperanno anche le segretarie di circolo e le dirigenti locali del Pd chiamate a supportare e a favorire il lavoro delle amministratrici sui territori. Un evento promosso anche in occasione dell'approssimarsi delle elezioni amministrative in tante città della provincia di Caserta in modo che possa essere da stimolo per quante vorranno essere protagoniste. La deputata si impegnerà poi a portare a Roma le istanze delle amministratrici casertane. Non sfugge, si fa notare nella locandina dell’evento diffusa in queste ore, la vicinanza della data dell’incontro alla celebrazione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne: l’impegno delle donne nelle istituzioni, sia locali che centrali, è fondamentale anche per la costruzione di una società finalmente più equa, più giusta, più attenta e, dunque, anche più libera dalle violenze.

 

Commenta su Facebook