È fatta. Vito Marotta è il nuovo Sindaco di San Nicola la Strada

Dopo due lunghe settimane di attesa dal primo turno, il candidato del Partito Democratico porta a casa il successo al ballottaggio. Pascariello si complimenta in serata, mentre per la città festeggia il centrosinistra

San Nicola la Strada - Ieri sera, poco dopo la mezzanotte, Vito Marotta è diventato il nuovo Sindaco di San Nicola la Strada. Un percorso lungo condotto con il supporto e la tenacia di Lucia Esposito, un progetto nuovo che pone al centro il cittadino, tante difficoltà maturate contro una politica ancora troppo vecchia, ed una sola grande soddisfazione. I segni che queste elezioni hanno lasciato sul volto del nuovo primo cittadino sannicolese, e di tutta la sua squadra, sono il frutto della determinazione messa sul tavolo, contro uno sfidante agguerrito ed esperto della politica cittadina, tanto da esser stato già per tre volte Sindaco, Angelo Pascariello.

La tornata elettorale, dopo il primo turno con 8 candidati per una poltrona e terminato con la certezza del ballottaggio, ha vissuto la massima intensità nell’ultima settimana. Tra comunicati stampa, post su social network ed una battaglia a colpi di manifesti  (tra Pascariello e il sindaco uscente, Pasquale Delli Paoli, nda), gli sfidanti politici hanno alzato i toni fino a sporcare nuovamente la politica. Dal mercato elettorale per le coalizioni al ballottaggio, alle parole di Vincenzo De Luca, Governatore della Campania (fino alla sospensione per effetto della legge Severino, nda), e Gianpiero Zinzi, anche lui nuovo inquilino della Regione, eletto come Consigliere in quota Forza Italia. Fino alla vigliaccata dell’aggressione subita dal segretario cittadino del Partito Democratico, Biagio Annunziata, tipica azione di contrasto adottata da camorristi, mafiosi o mammasantissima rionali.

Dopo il silenzio di Sabato, ad urne aperte, i dati hanno parlato chiaro ed ha vinto un nuovo modo di fare politica in città. Non di certo già una rivoluzione culturale, ma senz’altro un passo importante verso quel cambiamento, che i cittadini hanno voluto, scegliendo Vito Marotta. Lotta alla devastazione urbana, impegno per una rinascita economica, sociale e civile, il desiderio di una azione amministrativa trasparente e digitale. E poi rete tra i cittadini, le associazioni e i territori. Ma soprattutto Europa, quella dei contributi alle comunità, specialmente se in difficoltà a causa del dissesto finanziario e obbligate a stringere la cinghia. Sono questi gli elementi della nuova amministrazione Marotta. È questa, si spera, la rivoluzione che verrà per una città non più soltanto periferia del capoluogo, ma biglietto da visita dell’intera provincia di Caserta

I numeri. Bassa l’affluenza alle urne, ha infatti votato solo il 53,65% degli aventi diritto, a fronte del 75% del primo turno del 31 Maggio. Il neo eletto ha strappato la vittoria contro lo sfidante Pascariello raddoppiando il numero di preferenze, grazie anche l’appoggio esterno di Movimento Strada Nuova e San Nicola in Movimento. Marotta ha infatti ottenuto 6.111 voti, contro i 3.046 dell’ex primo cittadino. La coalizione di centrosinistra è andata ben oltre il 66% dove, oltre il Pd, hanno partecipato alla volata anche l’Ncd e le liste Democratici per San Nicola e Partecipazione Attiva.
La coalizione del centrodestra, guidato da Pascariello, sotto l’ala protettiva di Forza Italia (che ha sempre difeso anche il sindaco uscente Delli Paoli, nda) e composta dalle civiche Insieme, Incontro, Patto per San Nicola e Progetto Comune, si è invece arresa al 33,26%.

Il nuovo Consiglio Comunale. La divisione dei seggi vede dunque il Partito Democratico del Sindaco Marotta ottenerne 6 (Fabio Schiavo, Alessia Tiscione, Gaetano Mastroianni, Maria Natale, Francesco Feola e Giovanni Motta), mentre 3 spettano al Ncd (Domenico Sortino, Antonio Terracciano e Mattia Tripaldella) ed 1 ai Democratici per San Nicola (Tullio Vaccari). Pascariello prende due soli seggi con le liste Insieme (Saverio Martire) e Incontro (Alfonso Letizia). A completare il quadro dell’opposizione ci saranno anche Antonio Megaro ed Eligia Santucci, di Strada Nuova, e Federico De Matteis del Movimento 5 Stelle. 

Commenta su Facebook