San Nicola la Strada, interviene Zinzi "Ecco perchè quello a Pascariello è un voto utile"

Il neo eletto Consigliere Regionale di Forza Italia vicino alla corsa dell'ex primo cittadino sannicolese, in vista del ballottaggio di domenica. "Un voto utile"

San Nicola la Strada - «San Nicola la Strada ha bisogno di una guida autorevole e riconosciuta per portare avanti quel processo di crescita e di sviluppo della città che si è interrotto quattro anni fa. Per questa ragione, nel ballottaggio di domenica, i cittadini hanno una scelta obbligata se vogliono il bene di San Nicola: Angelo Antonio Pascariello». E’ il consigliere regionale di Forza Italia Gianpiero Zinzi ad esortare i sannicolesi verso un voto che lui definisce «utile».
«San Nicola la Strada è un Comune cerniera tra la conurbazione casertana, l’area marcianisana e quella di Napoli Nord – ha spiegato Zinzi – rappresenta la porta d’ingresso alla Reggia, attraverso viale Carlo III, ha, quindi, bisogno di un sindaco e di una squadra di governo che sappiano come sfruttare questa condizione nell’interesse dei cittadini. I risultati raccolti negli anni da Pascariello parlano chiaro. Opere come il teatro, la piscina comunale dimostrano come il nostro sindaco abbia una visione complessiva dello sviluppo della città che, purtroppo, chi è arrivato dopo di lui non ha avuto la capacità di portare avanti». Zinzi sottolinea poi, come in un momento così particolare legato alla crisi e al taglio drastico delle rimesse statali, ci sia bisogno di una gestione amministrativa chiara che tracci un percorso lineare nella gestione della macchina comunale e, di conseguenza, della città. «I papocchi amministrativi non possono essere la risposta a tutto questo, dal momento che, chi andrà a guidare San Nicola la Strada avrà bisogno di un’idea chiara della gestione finanziaria e di quella dei rifiuti – ha sottolineato – Pascariello, da questo punto di vista, non ha mai prestato il fianco ad equivoci e dubbi di sorta. Altri, che di questa materia, hanno fatto terreno di scontro non possono dire la stessa cosa. Fusioni a freddo, senza una progettualità concreta che arriva da lontano, corrono il rischio di arrecare solo danni alla città. Il compito della buona politica responsabile è evitare tutto questo e dare forza a chi come Pascariello è pronto a mettere in campo un progetto di città, concreto, chiaro che, in passato ha già regalato a San Nicola la Strada stagioni da protagonista».

Commenta su Facebook