Prevenzione del tumore, giovedì a Bellona il convegno

L’iniziativa in collaborazione con l’Asl Caserta si terrà giovedì 15 gennaio nella Sala Consiliare del comune.

Bellona - Ancora una lodevole ed interessantissima iniziativa volta alla prevenzione di gravi patologie voluta dall’Amministrazione comunale di Bellona, rappresentata dal sindaco Filippo Abbate. Giovedì 15 gennaio, alle ore 16.00, presso la sala consiliare del comune di Bellona si terrà il I° convegno sullo“Screening per la prevenzione del tumore del colon retto. “L’iniziativa che si terrà in questa settimana si lega ad altre giornate dedicate alla prevenzione e alla cura di patologie importanti organizzate dalla nostra Amministrazione” -dichiara il primo cittadino Abbate. Intensa e costante dunque l’attività dell’Assessorato alla Sanità, a cui è delegato Giovanni Sarcinella, Vicesindaco del comune Medaglia d’Oro al Valore Militare.  L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’ASL Caserta ed in special modo con il dottor Michele Tari, promotore del progetto. In un momento di difficile situazione per l’economia e con difficoltà economiche dovute alla carenza di lavoro che possono anche spingere le persone a trascurare la propria salute, l’Amministrazione comune di Bellona si mostra vicina alla popolazione con attività di screening medico, volto a far conoscere l’importanza della prevenzione di determinate patologie, che molto spesso possono essere sconfitte grazie alla diagnosi precoce. Il convegno rappresenterà l’occasione utile per distribuire gratuitamente il kit per l’esame gratuito del sangue nelle feci. “L’esperienza ha dimostrato – dice Sarcinella -    che l’esame della ricerca del sangue occulto nelle feci effettuato dopo i 45 anni e ogni 2 anni, consente la diagnosi precoce del tumore all’intestino e al colon retto. Questi tumori si sviluppano molto lentamente, a partire da piccole formazioni benigne chiamate “polipi”, che possono iniziare a sanguinare anche diversi anni prima di trasformarsi in tumore. Questo sangue può non vedersi ad occhio nudo ma si può individuare mediante un esame specifico; esame che oggi si potrà effettuare grazie al nostro kit in distribuzione gratuita. Tengo anche a chiarire che in caso di positività del test, i cittadini saranno convocati dall’ASL per una colonscopia gratuita, senza tempi  di attesa, per consequenziali ed opportuni approfondimenti”. 

Commenta su Facebook