Rifiuti a Capua. Attacco congiunto Udc-Pdl: "Vergogna"

Manifesti affissi in città per ripercorrere in cinque punti il fallimento della gestione Ricci-Antropoli

Capua - Gestione rifiuti a Capua ancora sotto i riflettori. Agli attacchi sferrati nei giorni scorsi dagli esponenti dell'Udc si associano, ora, quelli del Pdl. Attraverso un volantino affisso tra le strade cittadine, si invitano nuovamente il sindaco e i componenti della maggioranza a dimettersi. "I risultati del settore rifiuti: gestione Ricci-Antropoli in 5 punti", è questo il titolo del manifesto che reca la firma congiunta di Udc e Pdl. Si discute dell'affidamento del servizio che avviene non tramite regolare gara pubblica ma "con ordinanze illegittime dal sindaco Antropoli". Si parla ancora degli aumenti del costo del servizio, pari a circa 800.000 euro per "un servizio inefficiente". Si affronta la tematica delle assunzioni, con 12 nuovi lavoratori non necessari inseriti nella Ecological Service. Ma si parla anche dei debiti fuori bilancio pari a 5 milioni di euro e, infine, del commissariamento del settore rifiuti.

"Questi sono i trionfi di Ricci - si legge in conclusione - più volte elogiato dal sindaco Antropoli ed oggi anche dal vice sindaco Gaetano Ferraro. Record negativo nella storia politica della città".

Commenta su Facebook