Magliocca libero, le reazioni del mondo politico

Il coordinamento provinciale della Giovane Italia chiede le scuse dell'onorevole Picierno

Caserta/Pignataro Maggiore - Pubblichiamo gli interventi politici pervenuti in redazione in seguito alla notizia relativa all'assoluzione di Giorgio Magliocca.

 

GIOVANE ITALIA PROVINCIALE - Il coordinamento provinciale della Giovane Italia di Caserta apprende con grande gioia e soddisfazione la notizia dell’assoluzione di Giorgio Magliocca con formula piena dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, per non aver commesso il fatto. ‘Fin dal giorno della notizia dell’arresto di Giorgio dichiarai che egli non avrebbe avuto nessuna difficoltà a chiarire la sua posizione, permettendo così ai magistrati di accertare in tempi brevi la verità. – commenta il presidente provinciale della Giovane Italia Antimo Ferraro – Oggi apprendiamo con grande gioia che quella nostra convinzione è stata accertata da una sentenza di assoluzione con formula piena dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Ora auspichiamo una riabilitazione mediatica dell’uomo e del politico Magliocca proporzionata al massacro mediatico subito in questo lunghissimo anno e, ancor più, attendiamo le scuse di quei parlamentari che sulla scorta di inchieste giudiziarie o presunte attività amministrative poco chiare non hanno perso tempo ad applicare quel principio di ‘presunzione di colpevolezza’ nei confronti di Giorgio Magliocca. E mi riferisco all’interrogazione parlamentare a prima firma dell’on. Picierno, datata 2008, che, nei giorni successivi all’arresto di Giorgio, la stessa parlamentare casertana non ha perso tempo a sbandierare su tutti i giornali come un trofeo di guerra. Questo modus operandi, tipico della sinistra giustizialista, non ci appartiene.  La battaglia per la legalità è per noi uno stile di vita, un valore da trasmettere quotidianamente e non uno spot elettorale da sfruttare sulla pelle degli altri, così come hanno fatto bene a ricordare all’Onorevole le associazioni di Scampia’. 

 

 

AMERICO PORFIDIA - "Esprimo umana soddisfazione per il lieto fine della vicenda giudiziaria che ha visto coinvolto l’esponente politico casertano Giorgio Magliocca, segno che la verità e la giustizia camminano sullo stesso binario” lo dichiara l’on. Americo Porfidia Presidente nazionale dell’NpS- Noi Sud-per il partito del Sud. “Questa vicenda ci conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno che è sempre consigliabile evitare di mettere enfasi su situazioni giudiziarie prima che queste abbiano fatto il loro corso, per il bene della politica, delle persone e delle istituzioni che onestamente cercano di mettersi al servizio della collettività. Personalmente – conclude Porfidia – rinnovo la mia stima e fiducia in tutte le istituzioni, le quali svolgendo ognuna il proprio ruolo sono garanzia di sicurezza e correttezza della nostra vita democratica”

 

ANDREA BOGGIA - "Per chi non ha mai smesso di credere nella verità e nella giustizia, questo è un giorno da ricordare. Il giorno che tutti aspettavamo con fiducia, poichè convinti dal primo momento della totale innocenza di Giorgio Magliocca. Questa sentenza restituisce alla sua Comunità un uomo onesto e leale, vittima di un vigliacco attacco strumentale. Auspichiamo, ancora una volta, che la contesa politica torni ad esercitarsi su più puri ed alti contenuti, abbandonando definitivamente un giustizialismo retorico e demagogico che oggi si ritorce contro chi, sulla vicenda, ha indegnamente speculato". E' quanto dichiara Andrea Boggia, Dirigente Nazionale della Giovane Italia, a seguito della sentenza di assoluzione piena per Giorgio Magliocca, ex sindaco di Pignataro Maggiore, dalle accuse di concorso esterno in associazione mafiosa.

 

 

VINCENZO D'ANNA - "L'ex sindaco di Pignataro Maggiore, avv. Giorgio Magliocca, è stato assolto dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa perché il fatto non sussiste”. A darne notizia, il parlamentare Vincenzo D'Anna (Popolo e Territorio), componente della Giunta per le Autorizzazioni a Procedere della Camera dei Deputati, secondo il quale “un altro teorema a carico di un esponente politico del Pdl è caduto”. “Consegnato alle patrie galere per otto mesi - spiega D'Anna - , Magliocca è stato assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, ovvero non sono state riscontrate condotte penalmente rilevabili da parte dell'ex sindaco di Pignataro Maggiore nonché consigliere provinciale del Pdl alla Provincia di Caserta”. “Non potendo rispondere, i pm, del danno morale e materiale causato a Magliocca - sottolinea il deputato di PT - spero rispondano almeno coloro che, in tutti questi mesi, hanno rappresentato, nel circuito mediatico giudiziario, come vera una tesi rivelatasi, poi, completamente infondata ma che lascia riflettere sull'opportunità di una riforma del sistema giudiziario, sia per quanto riguarda la carcerazione preventiva, sia per quanto concerne l'utilizzo di un reato impalpabile ed estraneo al codice penale quale il concorso esterno in associazione mafiosa”. 

 

ANGELO POLVERINO - "Conosco Giorgio Magliocca per la sua integrità morale e sono felicissimo dell’assoluzione che lo vede completamente estraneo alla accuse formulate nei suoi confronti. Il suo lavoro da sindaco a Pignataro e la sua attività in politica e nell’ambito professionale è stata finalmente riabilitata da una sentenza”. Lo afferma il consigliere regionale del Pdl Angelo Polverino che aggiunge: “Come sempre resta l’amarezza per la strumentalizzazione delle inchieste giudiziarie che viene fatta da una certa parte della politica e che ora sarà naturalmente in silenzio dopo aver messo in croce, mediaticamente, Giorgio Magliocca. Anche questa amara vicenda dovrebbe insegnare che rispetto della magistratura significa attendere che le indagini facciano il loro corso prima di esprime giudizi che distruggono la vita e l’onorabilità di una persona".

Commenta su Facebook