Storie di corna ed esilaranti equivoci, al Garibaldi va in scena 'Il Teatro in una Stanza'

Appuntamento per il prossimo 25 aprire con la commedia 'Agenzia Investigativa (pe' mez'ora 'e sfizio)' di Samy Fayad per la regia di Angela Mariani

Santa Maria Capua Vetere - Tempi stretti e ritmi serrati: questi gli ingredienti di "Agenzia Investigativa (pe' mez'ora 'e sfizio)" di Samy Fayad che sarà rappresentata dalla compagnia "Il Teatro In Una Stanza (attori per casa)", per la regia di Angela Mariani, il prossimo 25 aprile al Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere.

La commedia, ricca di intrecci ed equivoci, ha inizio e sviluppo nella bizzarra agenzia investigativa "Fiat Lux" di proprietà di Mariano Caracciolo (Giancarlo Grimaldi), avvocato ed investigatore capo, affiancato da un segretario buono a nulla, Strossner (Emiddio Capuano), che gliene combina di tutti i colori al punto da farlo trovare in situazioni ingarbugliate e spiacevoli. L'agenzia ha sede nell'appartamento di Mariano, il quale vive con la sorella Caterina (Assunta Pepe), particolarmente premurosa e protettiva nei suoi confronti, che ha come unico desiderio quello di vederlo sposato. Mariano, però, è uno scapolone incallito che, a causa dell'esperienza maturata grazie alla sua professione, ha una folle paura del tradimento.

La scena si apre con un sonoro "mazziatone" inflitto a Mariano da un imbestialito signor Javarone (Raffaele De Rosa), cliente dell'agenzia, il quale ha appreso da una relazione, scritta da Strossner ed erroneamente attribuita a Mariano, che la moglie Adelaide (Francesca Laudicino) lo tradisce.

L'altro imbranato collaboratore di Mariano è Sisto (Antonio Cammarota). Quest'ultimo ha la convinzione di avere sempre la soluzione giusta per ogni caso da risolvere. Essendo l'inviato dell'agenzia, infatti, gira l'Italia a spese di Mariano con il pretesto di effettuare i vari pedinamenti, trovandosi sempre nel luogo sbagliato ed al momento sbagliato senza concludere nulla di buono.

Il povero Mariano non è solo vittima delle stranezze dei suoi collaboratori ma anche dei clienti che si rivolgono all'agenzia: fra questi c'è Norma (Vincenzina Esposito) la quale, fingendosi cliente, sconvolgerà la vita di Mariano con una scottante rivelazione, portando alla luce verità scomode, sepolte dagli anni.

Fra colpi di scena ed esilaranti gag l'intreccio si scioglie con l'avvento di altri personaggi quali Enrichetta (Eleonora Sapio), che si rivolge all'agenzia per ritrovare il marito scomparso nel nulla, il finto sacerdote Gaspare (Andrea Iacopino), il "trapiantato" Carlo Maria (Giuseppe Orefice), il barone Tremelloni (Vincenzo Altieri) e sua moglie (Fiorina Valentino), l'inquietante serva Gaetana (Mariarosaria Pietropaolo), e solo alla fine si riesce a far luce e rimettere insieme l'intricato mosaico.

Commenta su Facebook