La compagnia teatrale 'Senza Fili' in scena a Puccianiello

INPS, andrà in scena stasera e domani. Rapido il sold out, si pensa già alle repliche

Campania/Caserta - Mancano ormai poche ore al debutto dell'assciazione culturale 'Senza fili' presso il 'Teatro città di pace' di Puccianiello ed è già attesa. Dopo 'Pompieri in tacchi a spillo', 'In fuga con il catetere', 'Non tutte le corna vengono per nuocere' arriva la nuova brillante commedia scritta a quattro mani da Massimo Canzano ed Eva De Rosa, direttore artistico, regista e attrice in scena. L'attrice poliedrica, con esperienza ventennale nell'ambito del teatro, della cinematografia e della televisione si è circondata di validi attori ricchi di esperienza artistica. Si tratta di sette coinvolgenti personaggi incredibili e peculiari: dall'australiano Nuajen (Alfredo Tucci), all'ispettore Santo (Antonio Miele), al coinvolgente Nando (Antonio Di Nota), sino alla donna che vuole parlare con gli spiriti (Stefania Laderosa) passando poi per la simpaticissima portinaia Teresa (Katia Tuccillo) ed ancora lo psicopatico Clemente (Peppe Papa).

In scena sabato questa sera alle 20:45 e domani pomeriggio alle 18:45, INPS: inganni napoletani per sopravvivere. L'esilarante commedia è una full immersion tutta partenopea, una storia assurda ma non irreale che ha per protagonista uno dei sette peccati capitali, l'avarizia e, più in particolare, l'attaccamento morboso ai soldi. Il teatro come educazione dell'anima, come conoscenza del sé grazie alla visione dell'altro. Queste, e tante altre emozioni ancora, si mescoleranno nelle menti e nei cuori degli spettatori che hanno scatenato, molto rapidamente, il sold out per entrambi le serate. Per tutti coloro i quali non hanno avuto modo di la possibilità di riservarsi una poltrona potranno attendere le repliche che sicuramente non mancheranno in altre location tra Castel Volturno, Napoli e Aversa.

 "E tu, cosa sei disposto a fare per i soldi?" ... saranno 7 gli attori che per circa 2 ore di spettacolo, vi daranno la loro pazzesca motivazione.

Commenta su Facebook