'Arezzo 29': al Garibaldi torna in scena 'Il teatro in una stanza'

Grande attesa per la rappresentazione della compagnia diretta dalla regista Angela Mariani: appuntamento per sabato 12 e domenica 13 aprile

Santa Maria Capua Vetere - Dopo i grandi consensi ottenuti con 'Ce penza mammà', la compagnia teatrale 'Il Teatro In Una Stanza (attori per casa)' torna in scena al teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere, nell'ambito della rassegna comunale dedicata al teatro amatoriale, con l'opera di Gaetano Di Maio 'Arezzo 29', prevista in cartellone per sabato 12 e domenica 13 aprile. Guidati come sempre dalla regia di Angela Mariani, gli attori sammaritani porteranno in scena le vicissitudini di una non troppo tranquilla coppia di sposi, Salvatore (Emiddio Capuano), tassista e marito non sempre virtuoso, e Vicenza (Angela Mariani), donna forte ed energica dedita al prestito illecito di danaro; il turbolento menage familiare dei due è scosso dal ritrovamento di un neonato abbandonato. Fra voglia di maternità e celate verità, tutto il microcosmo di personaggi vicini alla coppia cerca di rendersi utile e di contribuire al benessere familiare. Lo sfortunato e sempre indebitato don Luberto (Raffaele De Rosa), Antonio (Valerio Sapio), disoccupato tuttofare eterno fidanzato di Retella (Eleonora Sapio), sorella di Salvatore, i compari di nozze Gennaro Serapiglia e sua moglie Matalena (Giancarlo Grimaldi e Fiorina Valentino), Nennella (Vincenza Esposito) sorella di Antonio e faccendiera del quartiere, faranno di tutto per sorreggere i nuovi equilibri e gli eccessi causati dall’improvviso allargamento della famiglia. Così, fra un pediatra (Marco Amoroso) convocato un pò troppo spesso e i severi richiami di donna Gervasia (Mariarosaria Pietropaolo), titolare della licenza del taxi di Salvatore, il pubblico potrà ben presto comprendere quanto sia stato casuale il ritrovamento del neonato e quale sia il ruolo di Gisella (Assunta Pepe), avvenente donna al cui fascino Salvatore non ha saputo negarsi e quello del suo primogenito, don Ferdinando ‘o prufessore (Andrea Iacopino), malavitoso appena rimesso in libertà e ancora dedito a ben loschi traffici.

Una miscela di risate, pathos e commozione, attende gli spettatori che sceglieranno di immergersi in questo spaccato di vita napoletana dipinto da Gaetano Di Maio. Appuntamento, dunque, al Teatro Garibaldi con Il Teatro In Una Stanza (attori per casa) per sabato 12 e domenica 13 aprile 2014.

Commenta su Facebook