Teatro amatoriale: parte la rassegna al Garibaldi

Il sipario si apre il 15 gennaio, la kermesse durerà fino a metà maggio: all'interno le date degli spettacoli e le compagnie coinvolte

Santa Maria Capua Vetere - Ai nastri di partenza la tanto attesa rassegna di teatro amatoriale della città di Santa Maria Capua Vetere, grazie alla quale compagnie teatrali composte prevalentemente da sammaritani esprimeranno la loro arte sul palcoscenico del teatro Garibaldi. 

Si comincia martedì 15 e mercoledì 16 gennaio, con l’associazione 'E. Scarpetta' che presenta la compagnia 'Così per ridere' in 'Burqa', commedia in due atti di Angelo Rojo Morisciotti per la regia di Claudio Merola. I successivi appuntamenti saranno: sabato 16 e domenica 17 marzo, l’associazione 'Capolavori in corso' presenta 'Fatti non fummo per vivere come tedeschi!', commedia in due atti di Flavio Simeone che ne è anche il regista; sabato 23 e domenica 24 marzo, l’associazione 'Quartieri Seplasia' presenta 'La truffa dei coccodrilli non vedenti', commedia in tre atti scritta e diretta da Luigi Rilletti; sabato 13 e domenica 14 aprile, l’associazione 'Carpe Diem' presenta la compagnia 'Scena e controscena' in 'E’ asciuto pazzo ’o parrucchiano', due atti di Gaetano Di Maio per la regia di Francesco Capria; sabato 20 e domenica 21 aprile, l’associazione 'Il teatro in una stanza – attori per casa' presenta 'Ce penza mammà', due atti di Gaetano Di Maio per la regia di Angela Mariani; sabato 27 e domenica 28 aprile, l’associazione 'Agorà' presenta la compagnia 'Sogni di scena' nel musical 'Novecento napoletano – Chiaroscuro di scena', scritto e diretto da suor Maria Ubaldina Di Monaco; sabato 11 e domenica 12 maggio, l’associazione 'Lassastà' presenta 'tuttattaccata' per la regia di Ferdinando Troiano.

La rassegna – fortemente voluta dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Biagio Di Muro, dall’assessore Paolo Busico e dal consigliere Giuseppe Russo – si concluderà con una serata finale, in data da stabilirsi, nel corso della quale ciascuna compagnia avrà a disposizione circa dieci minuti per rappresentare un momento significativo della propria esperienza artistica.

Tutti gli spettacoli saranno a ingresso gratuito. "L’arte e la cultura – afferma il sindaco Di Muro – non hanno limiti e l’amministrazione comunale, di ciò convinta, intende in tal modo promuovere e favorire soprattutto le attività amatoriali che, per loro stessa natura, non hanno le stesse possibilità economiche di esprimersi rispetto agli attori professionisti. Con questa rassegna, in sostanza, offriamo alle compagnie amatoriali la possibilità di non disperdere quel bagaglio artistico e culturale che esprimono attraverso le rappresentazioni, incoraggiandole a proseguire nella loro attività teatrale".

Commenta su Facebook