'I due modi di aver vent'anni' di Lucio D'Ambra, al secolo Renato Manganella

Nella giungla degli attuali incapaci, un manuale del '34 per nulla anacronistico
Benchè sia un libro scritto nel 1934, per chi abbia la fortuna di trovarlo ancora in giro, tra qualche libreria del centro storico di Napoli o su internet, non se lo faccia scappare perchè è uno spettacolare romanzo di grande attualità. Parla non solo del rapporto tra un padre e un figlio nel senso più ampio del genere, quanto piuttosto del modo o sarebbe meglio dire, dei modi diversi di affrontare con responsabilità, fatica ed umiltà il senso del lavoro e del porsi nel fitto reticolo della società. Tentare di spiegarlo in poche parole risulta una fatica che in qualche maniera finirebbe con lo sminuire l'intensità con la quale è stato scritto. In un italiano forbito e forse anche un pò dimenticato ma con un tale sentimento che solleva all'attenzione del lettore di qualsiasi età l'imperdonabile superficialità di un giovane rispetto all'esperienza e alla conoscenza, uniche prerogative per potersi spianare un futuro in una giungla di incapaci.

Commenta su Facebook