David di Donatello. Virzì 'scippa' Sorrentino come miglior film: ecco i premi

Nove riconoscimenti a 'La grande bellezza', sette a 'Il capitale umano'. Miglior esordiente Pif con 'La mafia uccide solo d'estate'

Tutto secondo copione: ai David di Donatello 2014 si consuma il duello tra La grande bellezza di Paolo Sorrentino e Il capitale umano di Paolo Virzì. I due film si dividono i premi, 9 per il primo e 7 per il secondo, lasciando agli altri le briciole. E gli altri sono solo due: La mafia uccide solo d'estate (miglior regista esordiente e David Giovani) e Song'e Napule (migliore sonoro e migliore canzone).

Le sorprese? Zero (tanto è vero che tutte le nostre previsioni si sono rivelate azzeccate): Il capitale Umano e La Grande Bellezza si sono spartiti i due riconoscimenti più importanti, il migliore film è quello di Virzì, la migliore regia è quella di sorrentino; gli attori premiati sono stati il prevedibilissimo Toni Servillo e tre de Il capitale umano, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Gifuni e Valeria Golino.

Il momento più coinvolgente di una cerimonia al limite dello sbadiglio è stato l'omaggio a Carlo Mazzacurati. Gli altri, dal premio a Sophia Loren a quello a Marco Bellocchio, possono tranquillamente finire nel dimenticatoio. I migliori della serata? Valerio Mastrandrea, capace di essere sempre perfetto in qualsiasi situazione, e Pierfrancesco Diliberto, che ha avuto il coraggio di dire che BNL (sponsor del David Giovani) si era rifiutata di produrre il suo film.

Commenta su Facebook