Sant’Arpino, a lezione di storia con Pino Aprile ed Eugenio Bennato

L'appuntamento si terrà martedì 27 Marzo all'auditorium della scuola media "Rocco - Cav. Cinquegrana"

Sant'Arpino - Nuovo appuntamento con le lezioni speciali di storia presso l’Istituto Comprensivo Statale «Rocco - Cav. Cinquegrana» di Sant’Arpino.

Il tema di questo incontro sarà la questione meridionale studiata, raccontata ed attualizzata attraverso gli approfondimenti dello scrittore Pino Aprile e le riflessioni in musica del cantautore partenopeo Eugenio Bennato. Il convegno - seminario «Verso Sud», questo il titolo della speciale mattinata, promosso dall’istituto «Rocco - Cav. Cinquegrana» con il patrocinio dell’amministrazione comunale santarpinese, si terrà martedì prossimo (27 Marzo) nell’Auditorium della scuola media «Rocco» (in via Rodari,15), a partire dalle 10,30.

L’evento, moderato dalla docente Mariarosaria Di Lillo e dal giornalista e direttore di PulciNellaMente Elpidio Iorio, prevede i saluti della dirigente Maria Debora Belardo e del sindaco Giuseppe Dell’Aversana. Immediatamente dopo avrà inizio il dibattito nel corso del quale gli allievi si confronteranno con i due importanti ospiti dell’iniziativa: lo scrittore Pino Aprile eilcantautore Eugenio Bennato. Il dibattito sarà inframezzato da alcune coreografie e proiezioni di video preparati dai medesimi allievi. Momento clou sarà l’esibizione dell’orchestra della scuola che accompagnerà Eugenio Bennato nell’esecuzione di suoi rinomati brani con la partecipazione di Sena Bonaventure Adjucoudè.

«Il nostro istituto crea ogni occasione per istruire, in modo accattivante i propri ragazzi». Spiega la dirigente Maria Debora Belardo che aggiunge: «Questa giornata rappresenta non solo un particolare momento di lezione di Storia a classi aperte, ma anche il punto d'arrivo di un percorso storico e letterario che i docenti hanno precedentemente attivato con le classi terze della Scuola secondaria di primo grado dell'istituto. L'obiettivo squisitamente didattico è quello di riabilitare il vero storico dei fatti che hanno portato all'unità d'Italia e di sviluppare nei ragazzi il giudizio critico attraverso l'acquisizione di dati e notizie reperiti, si attraverso i libri e la lettura dei documenti diretti inerenti ai fatti, ma anche grazie al confronto con personaggi illustri come Bennato e Aprile che attraverso potenti mezzi di comunicazione (la musica e la carta stampata) si sono occupati di restituire dignità alla storia di un popolo spesso incautamente maltrattato. Quindi anche il recupero del decoro delle proprie radici affinché i giovani conoscano le motivazioni che hanno impedito al Sud di essere economicamente al pari del resto d'Italia».

Commenta su Facebook