Masaniello tra folla e senno, a Capua lo spettacolo di Juri Monaco

Lo spettacolo è sponsorizzato dalla Proloco di Capua. Appuntamento sabato 14 ottobre alle ore 21 in piazza Giudici

Capua - Dopo lo stratosferico successo de "Tutti giudici contro Cristo" , lo straripante pubblico de "Una vita da buffone" e la standing ovation di "Memoria di una strage" l'Officina dei Guitti ci riprova  con un altro evento straordinario unico, emozionante, accattivante,  "Masaniello tra folla e senno" scritto e diretto da Juri Monaco. La rappresentazione avrà luogo a Capua, nella maestosa piazza Giudici, puntando i riflettori verso il sagrato della chiesa di Sant'Eligio e l’arco Alessio Mazzocchi con le sue suggestive bifore.

Tutto è sponsorizzato dalla Proloco di Capua che appoggiando  la stima al grande Jury promuove il territorio.

La storia è di Masaniello, pescivendolo napoletano che si ribella ai soprusi del viceré e al malgoverno organizzando una sommossa. Il racconto è l’epilogo della sua vita precisamente gli ultimi 10 giorni del luglio 1647. Lo spettacolo è intervallato da siparietti folkoristici e a tratti comici riprendendo scene popolari che si svolgono al mercato, colorati da musiche, canti e balli tipici della commedia musicale. Struggente è il monologo della mamma di Masaniello, scelto dal regista come prologo al racconto. Toccante anche la scena delle allucinazioni del protagonista dopo che gli hanno somministrato la reserpina.

Lo spettacolo si terrà sabato 14 ottobre ed avrà un cast stellare, 30 attori, Antonio Ferraro, Fausto Bellone ( nei panni del cardinale Filomarino), ,Stefano Russo,(impegnato in questo periodo anche con Un posto al sole) Lorenzo Cecere e Pina Giarmanà e attori figuranti, ma soprattutto lui il ferrato, versatile, Jury Monaco nei panni del protagonista Masaniello. L’eclettico Jury è autore anche della madonna del Carmine in carta peste e di tutti gli oggetti di scena. I costumi sono curati in maniera meticolosa riprendendo in fede i vestiti del dell’epoca. I giochi di luci che esaltano la scenografia e le musiche che accompagnano la rappresentazione fanno da degna ed encomiabile cornice.

Appuntamento, dunque a sabato 14 ottobre alle ore 21 in piazza Giudici a Capua. Ingresso libero. Lo spettacolo si replicherà per la notte bianca a S.Prisco sul sagrato della chiesa madre.

 

Commenta su Facebook