Al CPIA di Caserta parte il progetto di Educazione Finanziaria per gli studenti

Il progetto del Ministero dell'Istruzione che intende favorire l'educazione finanziaria nei percorsi di istruzione degli adulti e superare le criticità evidenziate dalle Autorità di vigilanza

Caserta - Presso il Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Caserta ha avuto inizio il progetto sperimentale del Ministero dell’Istruzione, denominato “EduFin”, per la promozione dell’ educazione finanziaria tra gli studenti in età adulta. Tale progetto intende contrastare il grave deficit formativo della popolazione adulta in materia di alfabetizzazione finanziaria, che, come da più parti riscontrato, risulta essere tra i più alti nell’ambito delle economie avanzate, come ci spiega il dott. Raffaele Cavaliere, dirigente scolastico del CPIA di Caserta. "Come è noto, infatti, continua il Dirigente, la cosiddetta “financial literacy” è un fattore importante per la stabilità economica e finanziaria e per lo sviluppo, come conferma anche la recente adozione da parte del G20 dei principi OCSE/INFE “High-level Principles on National Strategies for Financial Education. L’Italia, per altro, risulta in base a recenti indagini essere tra i Paesi con il più basso livello di “financial literacy” ed, in particolare, la rilevazione svolta nel 2016 da Banca d’Italia, IVASS, CONSOB, COVIP, FEDUF e MDR, confermando i dati negativi, ha rilevato, altresì, delle criticità nello svolgimento di attività di educazione finanziaria giudicate per lo più frammentarie e poco organiche.

Per tentare di porre rimedio a tali criticità nei corsi d’istruzione del primo biennio superiore attivati dal CPIA di Caserta nell’ambito provinciale, saranno organizzati dei corsi di studio di educazione finanziaria, della durata di 33 annue per ciascun gruppo classe, tenuti da un docente di Diritto ed Economia appositamente assegnato dall’Ufficio Scolastico della Campania al CPIA di Caserta per quest’anno scolastico. Il primo corso è già partito nei giorni scorsi presso la scuola carceraria di Santa Maria Capua Vetere del CPIA. Il tutto è stato reso possibile, dichiara il D.S. Raffaele Cavaliere,  anche  grazie al fattivo intervento della dott.ssa Angela Mormone, dirigente scolastico e referente dell’Ufficio III- Educazione degli Adulti, Politiche Formative e progetti europei dell’U.S.R. per la Campania, che ha dato grande impulso a questa importante iniziativa a livello regionale, oltre che a coordinare quotidianamente, in modo eccellente, tutto il complesso ed articolato sistema dell’Istruzione degli Adulti in Campania.

Il progetto intende favorire l'avvio graduale nel sistema di istruzione degli adulti di quanto previsto dalla Legge n. 107/2015, in modo da rendere sistematica ed organica l’educazione finanziaria nei percorsi di istruzione degli adulti e superare le criticità evidenziate nella recente rilevazione delle Autorità di vigilanza.

In ogni caso, non si tratta solo di garantire agli adulti la capacità di portare a compimento semplici operazioni di natura finanziaria, ma di condurli a conoscenze più adeguate anche nel campo economico-finanziario in modo da garantire loro le condizioni per un esercizio attivo e responsabile della cittadinanza attiva.  L’obiettivo finale è quello di  rendere gli adulti consapevoli del fatto che, emancipandosi attraverso le nuove competenze nel settore, si realizzano quelle premesse necessarie per una cittadinanza matura e finalizzata al bene comune, che si declina poi come premessa indispensabile per il bene individuale; la dimensione etica rappresenta pertanto una prospettiva irrinunciabile del progetto: l’uso etico del “denaro” costituisce il senso ultimo del suo uso corretto; l’alfabetizzazione funzionale trova la sua autentica ragione nella coscienza e consapevolezza della necessità della cura del comune come condizione per un effettivo esercizio attivo della cittadinanza globale. Questa ennesima iniziativa progettuale accredita sempre più il CPIA di Caserta quale centro di ricerca e sperimentazione educativa di qualità, sia a livello provinciale che regionale."

Commenta su Facebook