Arte, radici, territorio: "Art Fusion", avamposto di cultura a Macerata Campania

E' stata inaugurata ieri, in via Garibaldi, la sede dell'associazione presieduta da Andrea Piccerillo

Macerata Campania - Un salotto culturale, uno spazio espositivo, un avamposto di sapere, dimensione di cittadinanza attiva. La “fusion” che sta nel nome assume contorni fisici nella nuova sede inaugurata al civico 48 di via Garibaldi a Macerata Campania.

“La vetrina che dà su una delle arterie cittadine più importanti è un segnale chiaro – spiega Andrea Piccerillo, presidente del collettivo “Art Fusion” – è un modo per incuriosire le persone, per avvicinarle. Del resto se non è la gente ad avvicinare l’arte, è l’arte che deve essere in grado di avvicinare la gente”.

Andrea Piccerillo, pittore e scultore maceratese, l’arte la conosce, la realizza e la promuove da quando, fin dagli anni settanta, ha compreso che il suo potenziale è quello di educare, formare al “bello” estetico e non solo.

“Oggi, a differenza di quanto accadeva qualche tempo fa, abbiamo trovato una buona linfa fatta di associazioni, professionisti e volontari uniti dalla passione comune per la cultura, e per quello che questa può realizzare anche in ambito sociale – prosegue Piccerillo”.

Da qui, l’idea di dare luce all’associazione “Art Fusion”, con l’inaugurazione della sede, il cui taglio del nastro è avvenuto nella serata di ieri, alla presenza del primo cittadino Stefano Cioffi e della sua giunta.

Sulle pareti della sede di via Garibaldi, scorrono immagini di Terra di Lavoro, interpretata sulle tele realizzate dallo stesso Piccerillo e dai maesti Andrea Martone, Battista Marello e Vincenzo Elefante.

“Art Fusion” si presenta nella sua Macerata Campania come un contenitore di idee, dagli incontri con gli scrittori, alle mostre, fino alle attività per i più piccoli, per “formarsi alla cultura”, grazie al sostegno di maestri ed esperti. “Il nostro sarà un calendario operativo, con un evento almeno ogni quindici giorni – conclude Piccerillo – per ridisegnare in forma tangibile quello che è stata da sempre l’idea del nostro gruppo, ovvero dare spazio ai talenti, di ieri e di oggi, e restituire alle nuove generazioni di eccellenze, la passione per l’arte e l’amore per questa terra.

Commenta su Facebook