San Cipriano. Tra tradizione ed eccellenze, ritorna la Via Crucis

Quattrocento figuranti per una delle rappresentazioni più antiche del territorio

San Cipriano d'Aversa - Ritorna una delle tradizioni popolari più apprezzate ed antiche di San Cipriano d’Aversa. Oggi, infatti, si tiene la tradizionale via Crucis, che partirà alle 16 nei pressi dell’acquedotto, per poi attraversare le strade principali del paese. I figurati, oltre 400 compreso il coro in questa occasione, transiteranno per Corso Umberto primo, via Roma, via Michelangelo Diana, via Del Giglio, via Padre Cirillo e poi faranno ritorno a via Roma, per giungere in piazza Guglielmo Marconi.

Proprio nella piazza centrale del paese si terrà forse la parte più suggestiva dell’intera manifestazione, ovvero la rappresentazione della crocefissione di Gesù Cristo.

Organizzata dal comitato via Crucis la manifestazione è sicuramente una delle più antiche del paese, dato che se ne ha traccia dal 1940. Negli ultimi anni, dopo un periodo di flessione, il comitato ha ripreso l’organizzazione della via Crucis che ogni anni richiama l’attenzione di centinaia di persone non solo del paese.

La rappresentazione, però, non è solo un richiamo alla religione ma mette in evidenza anche grandi eccellenze del territorio. Non è un caso, infatti, che tutti i costumi di scena siano personalmente confezionati da sarti locali, che grazie alla loro maestria riescono a riprodurre gli indumenti caratteristici che rendono unica una della manifestazioni più suggestive dell’agro aversano. Inoltre nel corso del tempo, molti sono i giovani che si sono interessati alla manifestazione, portando una ventata di entusiasmo e nuove idee.

 

FOTO: Mario Infante

Commenta su Facebook