Giornate Europee del Patrimonio: ecco i siti aperti e le iniziative in programma

La 31esima edizione della manifestazione si terrà il 20 e il 21 settembre

Caserta - Il 20 e il 21 settembre 2014 si celebrerà la 31a edizione delle Giornate Europee del Patrimonio, manifestazione ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione Europea con l'intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee.

Sabato 20 è prevista l'apertura diurna della Reggia (Appartamenti storici e Parco) e la visita a orario prolungato fino alle 24 al prezzo di 1 euro.

La Soprintendenza aderisce alle G.E.P. con una serie di iniziative.

Reggia di Caserta - Luoghi nascosti. La volta ellittica e i sottotetti.

Visite alla volta ellittica e ai sottotetti del Palazzo Reale per scoprire le coperture dello Scalone d’onore, degli Appartamenti storici e degli alloggi utilizzati dai militari durante la seconda guerra mondiale. Un percorso attraverso luoghi suggestivi e di rilevante valore storico e architettonico ubicati nelle parti alte della Reggia, aperti grazie alla collaborazione fra la direzione della Reggia e la sezione didattica di Civita Musea. I visitatori potranno salire fino alla zona calpestabile della volta ellittica, originariamente destinata ad ospitare i musicisti impegnati a Corte, con splendido affaccio sullo scalone d’onore. Successivamente si raggiungerà la parte superiore, per osservare il complesso sistema di elementi che sostiene la doppia volta e si percorrerà l’intera struttura fino alla visita dei sottotetti adibiti ad accogliere, durante l’ultimo conflitto mondiale, soldati e prigionieri. Lungo il tragitto sarà possibile vedere i graffiti lasciati dagli ospiti e una serie di oggetti risalenti all’epoca degli eventi bellici.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA : tel.0823 448084caserta@civitamusea.it

Inizio delle visite: ore 10,30

Reggia di Caserta - Sfogliando Vanvitelli. Le lettere di Luigi Vanvitelli al fratello Urbano nella Biblioteca Palatina di Caserta.

Nella Biblioteca Palatina, dove è custodito l'epistolario di Luigi Vanvitelli al fratello Urbano, saranno esposte alcune Lettere dell'architetto, selezionate secondo una scelta tematica. In occasione della mostra saranno presentate anche incisioni pubblicate in preziosi volumi del Settecento.

La mostra sarà aperta dal 20 settembre al 31 ottobre 2014

Info: 0289 277425; lucia.migliaccio@beniculturali.it

Acquedotto Carolino - L’acqua che viene da lontano: l’Acquedotto Carolino.Tra paesaggio e architettura vanvitelliana

Visita guidata all’Acquedotto Carolino lungo un percorso di circa 4 km che dai Ponti della Valle conduce a S. Agata de’Goti: una passeggiata spettacolare sugli ultimi archi dei Ponti ad un altezza di 60 metri, con la visita alla stazione idrometrica, alle antiche ferriere, ai torrini di ispezione del condotto ed altre curiosità. Al termine della visita le aziende agrituristiche presenteranno i prodotti tipici della tradizione enogastronomica locale.

Durata della passeggiata: ore 10-13. Si consigliano scarpe da ginnastica e abbigliamento sportivo. Appuntamento: ore 10 nel piazzale davanti ai Ponti della Valle (Valle di Maddaloni -S.Agata de’Goti)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, TEL. 0823 / 277423; e-mail leonardo.ancona@beniculturali.it

Museo di Capodimonte - La Battaglia di Pavia e i Vandalia

Nel 1525, la battaglia di Pavia decise le sorti nella guerra per il dominio dell’Italia settentrionale tra Carlo V d’Asburgo e Francesco I re di Francia. Gli episodi finali della Battaglia sono descritti nei sette grandi  arazzi esposti al secondo piano del Museo, tessuti, pochi anni dopo,  su disegni preparatori di Bernart van Orley dai raffinati maestri di Bruxelles. In occasione delle Giornate del patrimonio si svolgeranno percorsi narrati con lo scherzoso interludio del coro Vandalia diretto dal Maestro Lucio Lo Gatto.

Orario visite: ore 19 e ore 21

Per info: 081 7499130 ‐ 081 7499151

Castel Sant’Elmo - IANUS

La Soprintendenza e l’Associazione Giovanile Europea con il presidente Paola Testa presentano IANUS, dal nome della divinità alla quale, si narra, era dedicata la collina del Vomero dove sorge il castello.

Ianus deriva da Ianua, in latino significa porta e come una nuova porta di accesso IANUS riempirà il Castello di musica, teatro, letteratura, djset e balli. Artisti e musicisti animeranno i luoghi di Castel Sant’Elmo con eventi dedicati a bambini e adulti, il Castello si conferma luogo d’incontro, di condivisione e di diffusione della cultura, di giorno e di notte.

La manifestazione è realizzata in collaborazione con: Il canto di Partenope; Centro di Formazione Professionale per la danza – “Dance Company”; Associazione Progetto Museo; Associazione Bereshit, Associazione Compagnia dei Saltimbanchi; Associazione Caracol; con il contributo di Kayak Napoli; con il patrocinio del Comune di Napoli-Assessorato alle politiche giovanili.

Ore 10.30 Visite guidate alle ore: 10.30 – 12 – 17 – 19 – 21.30

contributo a persona € 3.

Info e Prenotazioni dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18

cell 3346077812 - mail: info@progettomuseo.com

Ore 12 e ore 16 –TREIS. Movimento\Postura\Yoga - chiesa di S.Erasmo, Piazza d’Armi,

dalle ore 17 - GIOCOLIERI, SALTIMBANCO, ARTISTI DI STRADA animeranno il Castello lungo tutto il percorso fin sulla Piazza d’Armi

Ore 18 - Piazza d’armi - Schémata. La comunicazione non verbale

La compagnia teatrale Il canto di Partenope, diretta da Mauro Maurizio Palumbo, presenta un’azione teatrale dedicata alla comunicazione non verbale. Schémata è una performance - divisa in tre momenti pittura teatro e danza –durante la quale attori e ballerini dimostreranno al pubblico che l’essere umano, con il proprio carattere e la propria anima, può trasformare il corpo in strumento di connessione e comunicazione con i propri simili anche senza parlare.

L’azione teatrale proposta è frutto di studi portati avanti dalla compagnia sulle maschere teatrali dell’antica Grecia e sui riti, drammi e azioni del mondo antico.

dalle ore 19.00 - Dj set Fulvia Irace - Piazza d’Armi

Certosa e Museo di San Martino - Vendemmia in Certosa. L'antica vigna dei monaci

Sabato 20 settembre, si rinnova l’appuntamento alla Certosa e Museo di San Martino per la vendemmia delle deliziose uve biologiche degli antichi ceppi cornicella ecatalanesca. La vendemmia  si svolge nei giardini, seguendo il percorso della vigna, pianta con antichi significati storico-religiosi ma anche  simbolo dell'abbondanza e della forza rigenerativa. Gli orti e i giardini panoramici della Certosa di San Martino circondano, in cinque terrazzamenti, l’intero perimetro del monumentale complesso. L’area a verde era sistemata ad aiuole, cinta di vegetazione non d’alto fusto per lasciare libera la veduta sulla città. Il colle di Sant’Elmo rappresentava il cosiddetto ‘giardino d’agricoltura’: un ibrido tra orti, agrumeti, viti,  ulivi, piante ornamentali.  La vendemmia è realizzata in collaborazione con la società I giardini del Sud.

Museo Duca di Martina - Conversazioni e Concerti in Floridiana

In occasione delle Giornate europee del patrimonio saranno presentate le prossime attività didattiche del Museo per l’anno 2014 – 2015.

Ore 20,30 - Saluti della direttrice, Luisa Ambrosio

Ore 21 -L’invenzione dell’Oriente. La collezione orientale del Museo Duca di Martina tra immaginario e realtà storica. Presentazione del progetto a cura di Mariateresa Sarpi, dirigente tecnico del MIUR

Ore 21,30 -Concerti in Floridiana. Musica classica e capolavori del Museo. Progetto a cura dell'Associazione “Golfo Mistico” e della Direzione del Museo. Presentazione di Marco del Vaglio, musicologo

Ore 22 – Intervento musicale di Salvo Lombardo, violinista

Museo Pignatelli - Canti ed epistole d'amore puro e profano

Ore 21.30
La Soprintendenza in collaborazione con l'Associazione NOI PER NAPOLI presenta, nella Sala da ballo del Museo Canti ed epistole d'amore puro e profano Letture e musiche, a cura di: Olga de Maio, Soprano; Luca Lupoli, Tenore; Lucio Lupoli, Tenore; Mº Biagio Terracciano, Pianoforte; Amalia  Sabino, Voce Recitante; Diego Macario, Voce Recitante

INGRESSO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Seguirà visita accompagnata al Museo delle Carrozze

Monumento Nazionale dei Girolamini - La Sagrestia dei Girolamini

Ore 16.30 – 18.30 – 20.30 – 21.30

In occasione della Giornate del patrimonio, sarà possibile visitare uno degli ambienti più suggestivi del Complesso monumentale. Celano, nel 1692, racconta ‘... si può passare poi a vedere la sacristia, quale forse è la più grande e delle più belle e ricche che siano non solo in napoli, ma anco fuori ....

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA , tel. 081 2294571 ; e-mail mn-gir@beniculturali.it; max 40 persone per visita

Capri, Certosa di san Giacomo - Diefenbach e il sacro nella cappella di San Bruno.

Saranno esposti al pubblico per la prima volta, nella cappella di San Bruno, due dipinti realizzati dall'artista tedesco K.W. Diefenbach dedicati alla figura di Cristo, sottoposti recentemente ad intervento di manutenzione dal laboratorio di restauro di Capodimonte. In quest'occasione sarà approfondito il rapporto dell'artista con la religione. ore 20-24

 

Ecco l'elenco degli altri siti aperti

Commenta su Facebook