'La musica può fare': ecco il programma della terza edizione

Appuntamento per domenica 8 giugno presso Villa Cristina a Santa Maria Capua Vetere

Santa Maria Capua Vetere - Arte, cultura e musica. E' tutto pronto per 'La musica può fare', il festival organizzato dal Club 33 Giri, giunto quest’anno alla terza edizione. Domenica 8 giugno, riaprono i cancelli di Villa Cristina per quello che mira a consolidarsi come una tradizione sammaritana.

Come di consueto, i proventi dell’evento saranno devoluti ad un’associazione. Quest’anno la scelta è ricaduta su Ottavia, una cooperativa sociale con sede a Mariglaino (Na). A rappresentare la cooperativa, durante la conferenza stampa, avvenuta questa mattina presso la libreria Spartaco di Santa Maria Capua Vetere, è stata Rosita D’Errico. Durante la mattinata, sono stati resi noti tutti i dettagli dell’evento: i cancelli apriranno alle 17 con mostre fotografiche, pittoriche e aree tematiche. Alle 18 ci sarà l’apertura del palco b: "Come l’anno scorso il palco b è un palco aperto, dove gli artisti emergenti avranno l’opportunità di esibirsi davanti ad un pubblico vasto ed attento" spiega Roberta Cacciapuoti, ufficio stampa del Club.

Quattro i progetti sul palco b: "’Il piano b’ di Fabio Ianniello, il mondo cantautorale eclettico e accattivante di ‘Blindur’, la band ‘I treni non portano qui’ e il pop folk dal sapore internazionale di Rossella Scarano". Le esibizioni del palco b si chiuderanno con un reading di Roberto Solofria, attore e regista del Teatro Civico 14".

Dalle 20.30 circa partirà il live con tre artisti di spicco del territorio campano e nazionale. "In ordine si esibiranno ‘The Fabbrica 2.0’, reduci dalla vittoria del contest ‘Campania SonicLab’ e dalla pubblicazione del secondo disco ‘Come vento in faccia’ - a spiegarlo è Francesco Rauccio, il nuovo presidente del Club - A seguire l’apprezzatissimo cantautore partenopeo Gnut con ‘Prenditi quello che meriti’, già ospite del club, ma questa volta accompagnato da vari strumenti e musicisti tutti di grande spessore. A chiudere il live la band ligure Ex-Otago per la sua unica data campana del tour seguito all’uscita del disco ‘In capo al mondo’”. 

Alla conferenza è intervenuto anche l’assessore alla cultura di Santa Maria Carlo Troianiello: “E’ il primo anno che seguo questo evento da assessore alla cultura e per l’amministrazione sostenere attività culturali e artistiche come questa rappresenta una priorità e un privilegio. Potete contate sul nostro appoggio e sulla nostra disponibilità”. 

Ancora non basta? Mostra fotografica ‘Histeria’ di Nicola D’Orta, foto di scena di Alessandro Rauccio, mostra di disegni di Bianca Vitale, mostra grafica ‘trentatreche’ di Giuseppe Faggiano e Stefania Circelli e a presentare il tutto lo speaker di RadioPrimaRete Giulio Caputo.

Valorizzazione del verde pubblico, cultura a trecentosessanta gradi, musica, divertimento con un contributo minimo di cinque euro devoluto a sostegno di una Cooperativa sociale volta all’inserimento socio-educativo dei soggetti diversamente abili. Non c’è altro da aggiungere, l’appuntamento è per l’otto giugno con un evento che ha gli ingredienti giusti per diventare un appuntamento fisso della programmazione estiva provinciale. 

 

 

Commenta su Facebook