Santa Maria Capua Vetere. 'Sangue e arena': week end di visite teatralizzate all'Anfiteatro

Lo spettacolo è organizzato dal Teatro Stabile di Innovazione Le Nuvole
E’ lo schiavo più famoso, l’emblema dell'eroe idealista capace di lottare contro tutti e tutti in nome della libertà. Spartaco rivive e la sua storia viene raccontata laddove è cominciata: nell’Anfiteatro Campano. In programma, oggi alle ore 15.30 e domani alle ore 10, la visita spettacolo del Teatro Stabile di Innovazione Le Nuvole dal titolo “Sangue e Arena”. L’appuntamento si inserisce all’interno della proposta culturale 2014 del Consorzio Arte’m, di cui Le Nuvole fa parte, concessionario servizi aggiuntivi per la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta. La storia dei gladiatori dell’Antica Capua, con le loro gesta e le loro sofferenze saranno raccontate da un saggio erborista, un personaggio senza tempo, che animerà le visite teatralizzate di questo week end. Enzo Musicò racconterà le gesta e le sofferenze dei gladiatori. Le vicende di Spartaco passato alla storia per la rivolta da lui capeggiata, e di Androclo con il suo leone, fino a quelle di Iqbal Masih, simbolo della schiavitù di oggi. Dal passato al presente, con una riflessione finale sulla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Insieme al pubblico saranno, inoltre, recitati i primi cinque articoli di questo documento. ‘Sangue e Arena’ ha una durata di 90 minuti, lo spettacolo è consigliato in particolare ad un pubblico di ragazzi dagli 8 anni e, data la particolarità dell’iniziativa, è riservata ad un numero limitato di partecipanti pertanto la prenotazione e il preacquisto sono obbligatori. La visita può essere prenotata inviando una mail a info@lenuvole.com oppure visitando il sito www.etes.it ed ha un costo di 8 euro (per grandi e piccoli),  escluso il biglietto d’ingresso all’Anfiteatro Campano. 

Commenta su Facebook